Senza il doppio problema al DRS Fernando Alonso avrebbe lottato per la vittoria nel Gran Premio del Bahrain. La sua amarezza a fine gara è riassunta in un paio di frasi con tanto di punzecchiata al vincitore Sebastian Vettel: “Stavolta non ci sarà da stabilire se si tratta di errore o sfortuna - ha detto l’asturiano della Ferrari a Sky -. E’ la prima volta che succede un problema del genere in tre anni di Drs. Se non puoi aprirlo, sorpassare è impossibile, abbiamo avuto molta sfortuna. “Non so Vettel che ha fatto, ma con la pista libera e senza pressione è molto facile. E’ successo anche a noi in Cina. Con noi davanti forse la sua gara sarebbe stata più difficile”.

Il campione del mondo si dice, invece, quasi sorpreso della vittoria: ”Abbiamo avuto un ritmo pazzesco, non ce l’aspettavamo. Siamo riusciti a controllare e gestire il vantaggio e avevamo ancora le gomme per spingere fino alla fine. E’ stata una corsa senza intoppi. E’ stato cruciale prendere la testa dall’inizio, la macchina è stata molto rapida e sono anche riuscito a gestire le gomme. Non posso che essere molto felice. Complimenti anche alla Lotus: è lo stesso podio dello scorso anno”.

Cerca di mantenere la calma il team principal della rossa Stefano Domenicali: “Con tutto quello che ci è successo c’è il rammarico di non aver raccolto i punti che ci meritavamo dal punto di vista della prestazione. Nel caso di Alonso c’è da capire questo problema di affidabilità ma lui ha fatto una gara straordinaria, si è visto dal passo che ha fatto. Per Massa era difficile fare di più.Ora bisogna guardare avanti, girare pagina, stare calmi e riprenderci i punti che abbiamo lasciato per strada”. Deluso Massa: “Ancora non so cosa è successo, in entrambe le occasioni il feeling era uguale, la gomma era distrutta, non ho davvero idea ma due volte di fila in una gara è veramente troppo. Una cosa del genere non è mai successa”.

LINK UTILI

Gara: vince Vettel, Ferrari sfortunata

Giusto correre dove i diritti umani sono negati? 

Ecclestone minacciato “Cancella la tua gara insanguinata”

Arresti e torture, il governo si prepara alla F1

Qualifiche: Rosberg in pole, Alonso in seconda fila