Il Gran Premio d’Austria torna in Formula 1 dopo 11 anni e regala una delle qualifiche più inattese degli ultimi anni. A partire davanti a tutti non saranno le due Mercedes ma le due Williams con Felipe Massa che torna in pole position dopo 93 gare e sei lunghe stagioni. L’ultima volta che l’ex ferrarista aveva centrato la partenza al palo risale al 2008, nel suo GP del Brasile. E pensare che Rob Smedley, ingegnere di Massa dal 2006, aveva detto che questa pista rappresentava una grande occasione per il brasiliano confermandosi buon profeta.

Dietro il pilota paulista c’è il suo compagno Valtteri Bottas che firma un’incredibile prima prima fila Williams. L’ultima fu a Hockenheim nel 2003 con Montoya davanti a Ralf Schumacher. La sorpresa delle monoposto britanniche sponsorizzate Martini Racing è però relativa visto che fin dalle prime libere sono sempre state competitive quasi al livello delle Mercedes che però hanno gettato alle ortiche le qualifiche: Rosberg ha chiuso terzo dopo aver sbagliato nel primo giro lanciato mentre nel secondo è stato ostacolato dalle bandiere gialle causate da Hamilton che partirà solo dalla nona posizione.

Fernando Alonso torna quarto con la Ferrari dopo la Malesia, mentre Kimi Raikkonen chiude solo ottavo. La Red Bull si salva con il solito Ricciardo, quinto, mentre Sebastian Vettel viene addirittura eliminato dalla Q3. Il campione del mondo continua a vivere il momento più difficile della sua carriera anche se per la gara ha promesso battaglia.