A pochi giorni dal debutto del Mondiale a Melbourne, il leitmotiv in Formula 1 è sempre lo stesso: come fermare la Red Bull (foto by InfoPhoto) e Sebastian Vettel? Ci sarà qualcuno in grado si spezzare il dominio della scuderia che da tre anni vince entrambi i campionati?

Il primo team che proverà la mission impossible (o quasi) sarà la Ferrari, che dichiara di voler almeno un podio in Australia. I test invernali hanno regalato una macchina più competitiva ad Alonso, tanto che Massa l’ha definita “una vettura di un altro pianeta rispetto a quella del 2012″.

Tra gli avversari della Red Bull ci saranno anche la McLaren, con Jenson Button numero uno dopo l’arrivo di Sergio Perez, e la Lotus dello spauracchio Kimi Raikkonen. L’ultimo test di Barcellona ha fatto alzare le quotazioni della Mercedes che, messo in soffitta Michael Schumacher, si affida al talento di Lewis Hamilton.

Una lotta, almeno all’Albert Park, da cui probabilmente uscirà vincitore chi riuscirà a gestire le gomme e a sviluppare meglio gli scarichi. Una situazione che fa sperare la Ferrari: nel 2012 Alonso ha visto svanire per la seconda volta il primo titolo con il Cavallino. Questo è l’anno della svolta.