Lo spettacolare GP d’Australia ha visto il meritato successo di Kimi Raikkonen (foto by InfoPhoto), che a Melbourne si è messo dietro la Ferrari di Fernando Alonso  e Sebastian Vettel. Iceman non si aspettava di vincere nonostante fosse consapevole di avere una buona monoposto: “Le due soste erano nei piani ancor prima della corsa: abbiamo pensato che fosse più semplice gestire le gomme e così è stato. Non sapevamo come sarebbe andata, ma sapevo di avere una buona macchina e avevo la sensazione che sarebbe stata una buona corsa. Sono riuscito ad ottenere anche il miglior giro nella parte finale ed è stato importante perché Alonso mi stava raggiungendo. Ma è solo la prima corsa, non cambiano gli obiettivi, resta ancora tantissimo da fare per cercare di vincere il titolo”.

Raggiante Alonso per il secondo posto: “E’ stato fantastico abbiamo combattuto per tutta la corsa, voglio ringraziare tutti i tifosi, eravamo tristi ieri quando hanno posticipato le qualifiche, ma oggi abbiamo fatto vedere un grande spettacolo, mi sono divertito alla grande, non ho vinto ma Kimi è stato fantastico, dobbiamo fare i complimenti a lui e alla Lotus. Sono felice per il nostro inizio stagione. Lo scorso anno è stato più difficile. Siamo competitivi ma ora abbiamo solo 4 giorni per prepararci”.

Un po’ più amarezza nelle parole di Vettel: “Possiamo essere soddisfatti anche se quando si parte dalla pole si può vincere. Dopo i buoni giri di avvio le gomme si degradavano rapidamente. Dobbiamo fare i complimenti a Kimi che ha avuto un passo fantastico, lo stesso vale per la Ferrari ma sono soddisfatto per il terzo posto. Non sono preoccupato perchè abbiamo avuto un’ottima qualifica, nel pomeriggio non siamo andati come abbiamo voluto ma la stagione è ancora lunga. Ci aspettavamo qualcosa in più ma non è la fine del mondo”.