Manca una settimana all’esordio del Mondiale di F1, in programma sul tracciato di Melbourne. L’attesa è palpabile anche a chi di campionati ne ha già visti partire parecchi, come  Luca Cordero di Montezemolo che confessa: ”C’è sempre grande trepidazione - ha spiegato il presidente della Ferrari -. L’avevo negli anni Settanta e ce l’ho anche oggi. Lunedì, con Domenicali e gli altri vertici della gestione sportiva, farò un ultimo punto prima della partenza. Ho parlato a lungo con i piloti, sono soddisfatti, per il momento, di quello che hanno visto”.

I test di Barcellona (foto by InfoPhoto) hanno dato buone indicazioni e certamente la rossa parte da una posizione migliore rispetto alla scorsa stagione: “A differenza degli ultimi due anni, dove quando mettevamo la macchina in pista avevamo delle non corrispondenze, ora la macchina ha fatto quello che doveva fare. Avevo chiesto quest’inverno il massimo dell’impegno ed è stato fatto un buon lavoro, anche dal punto di vista organizzativo”.

Il patron della scuderia confida in un podio nonostante la prima gara del campionato sia tradizionalmente incerta: “Spero e penso che possa essere realistico puntare al podio. Sarebbe già una partenza importante visto che negli ultimi anni abbiamo sempre sofferto all’inizio del Mondiale”. Dodici mesi fa a Melbourne Fernando Alonso aveva chiuso soltanto quinto, peggio del 2011 quando si piazzò ai piedi del podio. Un podio che  a Maranello, nella prima gara della stagione, manca dal 2010 quando si celebrò una storica doppietta.