La Formula 1, almeno a parole, è pronta ad accogliere una donna. Lo afferma Bernie Ecclestone (foto by InfoPhoto), patron del circus, in un’intervista al sito del Mondiale: “Ho cercato una donna per anni! Ho sempre pensato che sarebbe stata una buona idea. E non c’e’ motivo per cui non debba accadere, sempre se troviamo un team che ne ingaggi una”.

La Formula 1 per ora arruola già Monisha Kaltenborn, team principal della Sauber, e Susie Wolff, collaudatrice della Williams, ma nel mondo dei motori non mancano le stelle in gonnella. La principale è Danica Patrick, che da anni compete con ottimi risultati negli Stati Uniti. La 30enne pilota e modella americana gareggia nella Nascar ed è reduce dalla storica pole conquistata a Daytona, oltre a essere l’unica donna ad aver trionfato in una gara delle Indycar Series.

“Sarebbe bello avere Danica - ha detto ‘Nonno Bernie’ - Ha già dimostrato di poter affrontare tutte le situazioni che in genere suscitano la preoccupazione della gente, come la resistenza alle accelerazioni laterali. Penso, e non posso rimproverarla per questo, che difficilmente rinuncerebbe alla visibilità di cui gode negli Stati Uniti e che qui rischierebbe di non avere”.

Un team che già ingaggerebbe una donna, in realtà, c’è già. La Red Bull che attraverso il suo boss Dietrich Mateschitz pare favorevole all’operazione: “Tempo fa ho parlato con lui della questione relativa al loro team americano. Ho detto che in America avremmo voluto una donna pilota. Lui sembra pronto”. Ma per le ‘quote rosa’ nel Mondiale bisognerà ancora aspettare parecchio.