L’operazione alla schiena di Kimi Raikkonen sembrava poter spianare la strada dell’esordio in F1 per Davide ValsecchiInvece la Lotus, dopo il no di Schumacherha proferito puntare su Kovalainen, finlandese ‘in prestito’ dalla Caterham: “Lo immaginavo - ha detto il pilota brianzolo alla Gazzetta - visto che Kovalainen è l’unico pilota libero di un certo valore e abbastanza allenato, in quanto disputa le prove del venerdì. Perciò, non mi gasavo troppo né mi facevo illusioni sapevo che la mia promozione non era affatto scontata”.

Mercoledì lo ha chiamato al telefono il team principal Eric Boullier: “La maggiore esperienza di Kovalainen dava più garanzie per la lotta nel Mondiale costruttori, cosa che ha convinto i vertici della squadra. Ho detto che accettavo la decisione e che poteva comunque contare su di me”. La delusione è tanta: “È una brutta sconfitta per me, dal punto di vista sportivo una tragedia, ma non mi arrendo. Mi fa rabbia soprattutto aver perso il confronto con Kovalainen, che non è un campionissimo e neppure un pilota in attività, visto che gli ultimi risultati li ha fatti cinque anni fa. Avessero preso Hülkenberg l’avrei capito, con Maldonado ci avrei pensato, ma in questo caso…Ero convinto che, per motivazioni e voglia di sfondare, il team avrebbe scelto me tutta la vita. E io sarei stato all’altezza”.

I tifosi del suo fan club hanno pubblicato sul web insulti contro la Lotus: “Ho scritto al presidente dicendo che siamo dei signori e dobbiamo saper perdere, come l’anno scorso abbiamo saputo vincere in GP2. La scelta del team è comunque da rispettare. Alla prima occasione che avrò in F.1, ho giurato, conquisterò dei punti. Rimpianti non ne ho. Sono abituato a guidare e a farmi poche domande. Forse mi manca l’esperienza, ma in F.1 che occasioni ci sono per farla? Però le cose cambiano in fretta in questo mondo, quindi non mollo e sarò pronto se mi vorranno per l’ultima gara in Brasile”.

Sembra che Boullier abbia lasciato aperta una porticina aperta per il pilota brianzolo e se Kovalainen dovesse deludere nella prossima gara a Interlagos potrebbe toccare a lui: “Io sono ancora convintissimo che avrò la mia occasione, prima o poi. Questa è stata una delusione sportiva ma non ho bisogno di essere consolato, i guai nella vita sono altri. Penso a finire la stagione da terzo pilota della Lotus e poi guarderò al futuro”.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

Albo d’oro F1: tutti i campioni del mondo

I record infranti da Vettel

La classifica piloti e costruttori 

Paddock girls: fotogallery delle bellezze del circus