La Mercedes di Lewis Hamilton si conferma la vettura più veloce anche nelle prove del pomeriggio della terza giornata di test sul circuito di Sakhir, in Bahrain. Con il tempo di 1’34”263 e 67 giri all’attivo, l’inglese ha preceduto la McLaren di Jenson Button (1’34”976 e 103 giri) e la Williams di Felipe Massa (1’37”066 e 60 giri). Sesto tempo per la Ferrari di Kimi Raikkonen: 1’37”476 e 44 giri messi a referto dal finlandese, alla sua prima sul Golfo Persico. La giornata per Iceman è iniziata con alcune misurazioni aerodinamiche, qualche prova di assetto e partenze dalla pit-lane. Dopo dodici giri un problema sulla programmazione dei dati riguardanti, la telemetria ed è stata costretta ai box per ripristinare le normali funzionalità del sistema.

“Non abbiamo fatto tanti chilometri quanti speravamo perché anche un problema di entità minore può causare dei ritardi significativi – ha detto Kimi al sito Ferrari -. Questo spiega la complessità dei nuovi sistemi anche se nel pomeriggio siamo riusciti a girare con regolarità. È stato utile per ritrovare il feeling all’interno dell’abitacolo dopo il test di Jerez e per verificare alcuni settaggi sul bilanciamento della vettura”.

Ancora difficoltà per la Red Bull di Daniel Ricciardo: solo 28 giri a causa di un problema emerso nella seconda metà di giornata che ha costretto il team campione del mondo ad abbassare in anticipo le serrande del box. Il nono tempo (1’40″781) a 6″518 da Hamilton non soddisfa ma l’australiano conferma che qualche passo avanti è stato fatto. Il disastro di Jerez (CLICCA QUI PER RIVIVERLO) la casa di Milton-Keynes sembra poter lentamente riprendersi.

I tempi del day-3 a Sakhir: 

1. Lewis Hamilton, Mercedes, 1m34.263s, 67 laps
2. Jenson Button, McLaren, 1m34.976s, 103 laps
3. Felipe Massa, Williams, 1m37.066s, 60 laps
4. Esteban Gutierrez, Sauber, 1m37.180s, 96 laps
5. Sergio Perez, Force India, 1m37.367s, 57 laps
6. Kimi Raikkonen, Ferrari, 1m37.476s, 44 laps
7. Daniil Kvyat, Toro Rosso, 1m38.974s, 57 laps
8. Pastor Maldonado, Lotus, 1m39.642s, 26 laps
9. Daniel Ricciardo, Red Bull, 1m40.781s, 28 laps
10. Marcus Ericsson, Caterham, 1m42.130s, 98 laps
11. Max Chilton, Marussia, 1m46.672s, 4 laps
12. Valtteri Bottas, Williams, no time, 55 laps

LEGGI ANCHE

F1 2014 in tv: tutti gli orari di partenza dei 19 Gran Premi

F1 stagione 2014: Ecclestone premia gli spioni “Vedremo chi avrà voglia di barare”

F1 2014 RAI: la tv di Stato prenota il gran finale, ecco i GP in diretta

Schumacher e l’indegno sciacallaggio della rete

Audience F1 2013: calano gli ascolti, Ecclestone ‘ringrazia’ Vettel