Il rookie Kevin Magnussen, su McLaren, è stato il più veloce nella seconda giornata di test in Bahrain. Il danese della Mercedes ha completato 46 giri e ha staccato di oltre un secondo e mezzo la Force India di Nico Hulkenberg e la Ferrari di Fernando Alonso. Per il pilota di Oviedo, al comando per buona parte della mattinata, è arrivato un miglioramento di circa un secondo rispetto al crono fatto registrare nel primo giorno di collaudi. La rossa ha lavorato su alcune prove aerodinamiche e proseguito durante il giorno con numerose valutazioni sulla messa a punto di tutti i sistemi operativi legati al power unit, tra cui quelli riguardanti il recupero e lo scarico di energia.

Continuano anche le prove di bilanciamento della F14 T, utilizzando sulla breve e lunga distanza le diverse mescole degli pneumatici forniti dalla Pirelli. Complessivamente Alonso ha percorso 161 giri e 872 km nell’arco dei due giorni: “Non siamo ancora al punto di poterci concentrare sulle prestazioni ma l’importante è continuare ad accumulare chilometri – ha detto Fernando al sito Ferrari -. La squadra ha fatto un gran lavoro di preparazione durante l’inverno per questi test, questo ci permette di girare e sperimentare tutti gli aspetti legati a queste nuove e complesse tecnologie. Al momento tutto procede secondo le nostre aspettative ma ci sono ancora molte novità da scoprire: il tempo che squadre e piloti hanno a disposizione è limitato e sarà una grandissima sfida per tutti essere pronti per Melbourne”.

In quarta posizione il tedesco Nico Rosberg che con la Mercedes ha preceduto la Williams del finlandese Bottas e la Caterham di Kobayashi (1’39″855). Timidi progressi per il campione del mondo Sebastian Vettel. Il tedesco ha chiuso con il settimo tempo a oltre 5″ da Magnussen. Ciò che più conta è che la Red Bull stavolta ha fatto segnare 59 giri all’attivo. Dopo i guai del day-1 e il disastro di Jerez (CLICCA QUI PER RIVIVERLO) la casa di Milton-Keynes sembra poter lentamente riprendersi.

I tempi del day-2 a Sakhir: 
1. Kevin Magnussen, McLaren, 1m34.910s, 46 laps
2. Nico Hulkenberg, Force India, 1m36.445s, 59 laps
3. Fernando Alonso, Ferrari, 1m36.516s, 97 laps
4. Nico Rosberg, Mercedes, 1m36.965s, 85 laps
5. Valtteri Bottas, Williams, 1m37.328s, 116 laps
6. Kamui Kobayashi, Caterham, 1m39.855s, 66 laps
7. Sebastian Vettel, Red Bull, 1m40.340s, 59 laps
8. Jean-Eric Vergne, Toro Rosso, 1m40.609s, 58 laps
9. Esteban Gutierrez, Sauber, 1m40.717s, 55 laps
10. Romain Grosjean, Lotus, 1m41.670s, 18 laps
11. Max Chilton, Marussia, 1m42.511s, 17 laps

LEGGI ANCHE

F1 2014 in tv: tutti gli orari di partenza dei 19 Gran Premi

F1 stagione 2014: Ecclestone premia gli spioni “Vedremo chi avrà voglia di barare”

F1 2014 RAI: la tv di Stato prenota il gran finale, ecco i GP in diretta

Schumacher e l’indegno sciacallaggio della rete

Audience F1 2013: calano gli ascolti, Ecclestone ‘ringrazia’ Vettel