Varato il palinsesto televisivo del Mondiale di F1 2014 con la conferma dello schema dello scorso anno. Saranno dieci i GP in diretta esclusiva su Sky mentre nove quelle condivise con la Rai che trasmetterà comunque in differita (almeno tre ore dopo l’orario di inizio) gli altri appuntamenti. Il via libera definitivo è arrivato venerdì da Londra con la Fom che ha dato l’ok  per la spartizione definitiva. Avvio di stagione con la sola pay tv satellitare con il Gran Premio d’Australia e quello di Malesia mentre in Bahrain si assisterà alla prima diretta della tv di Stato che replicherà poi nel seguente Gran Premio di Cina.

Salvo il GP di Monza, sempre in chiaro. Sky si aggiudica in esclusiva le prestigiose gare di Montecarlo, Silverstone e Spa, la new entry russa Sochi, teatro in questi giorni delle Olimpiadi invernali (QUI TUTTE LE FOTO) e il Brasile, sede del prossimo Mondiale e penultimo atto del campionato. La Rai chiuderà la sua stagione con Singapore, Austin e Abu Dhabi, l’ultima tappa che dovrebbe garantire punteggio doppio: “Il primo criterio della nostra scelta - spiega Maurizio Losa, vice direttore RaiSport - è stato quello di scegliere i Gran Premi della fascia serale per non costringere i nostri telespettatori a fare notte. Il secondo criterio è stato quello di continuare a trasmettere le gare asiatiche all’orario consueto delle 14″. Vedremo se la scelta pagherà come nel 2013.

I GP che la Rai trasmetterà in diretta:
Bahrain: 6 aprile
Cina: 20 aprile
Canada: 8 giugno
Austria: 22 giugno
Ungheria: 27 luglio
Italia: 7 settembre
Singapore: 21 settembre
Stati Uniti: 2 novembre
Abu Dhabi: 23 novembre