Ci risiamo, con l’arrivo dei mesi estivi e le vacanze che incombono, sono molti gli automobilisti che si apprestano a mettersi in viaggio, e, come sempre, ci saranno giornate difficili sulle strade, definite da bollino nero, e altre impegnative ma meno impraticabili, identificate dal bollino rosso.

Quindi occhio alle date, rigorosamente da tenere a mente, prima di partire per la destinazione desiderata; il rischio è quello di rovinarsi la vacanza prima ancora di iniziare a godere dei giorni di ferie faticosamente guadagnati durante l’anno.

Ma vediamoli questi giorni da evitare o nei quali utilizzare particolari accortezze. Si parte dall’8 agosto, contraddistinto dal bollino nero che, soprattutto nelle ore della mattina, rappresenta il momento peggiore per salire in auto alla volta della meta desiderata.

Nelle giornate del 25,26 e 31 luglio, e nelle date dell’1, 2 e 9 agosto il traffico si annuncia molto intenso, da bollino rosso, per quanto riguarda i viaggi in direzione sud. E’ quanto è stato indicato nella presentazione del piano per l’esodo estivo 2015 che l’Anas ha esposto nella sede del Centro di coordinamento Viabilità Italia.

Ma dove c’è un esodo, c’è anche un controesodo, per cui bisogna prestare attenzione anche al momento della ripartenza, del ritorno, quando si rientra nelle grandi città. Infatti, sono da bollino rosso anche le giornate del 22, 23, 29 e 30 agosto, ma la situazione potrebbe essere critica persino a settembre, per la precisione la mattina del 5 ed il pomeriggio del 6.

Tra le strade bollenti segnaliamo l’A3 Salerno-Reggio Calabria, mentre in Sicilia l’autostrada A19 Palermo-Catania e l’autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo. In Friuli Venezia Giulia invece, bisognerà prestare attenzione ai raccordi autostradali RA13 ed RA14; particolare accortezza è raccomandata anche a chi percorrerà la E45 (SS675 e SS3 bis) nelle regioni di Umbria, Toscana ed Emilia Romagna. Infine, altre strade su cui è  bene transitare con attenzione sono le direttrici SS1 Aurelia, SS16 Adriatica, SS131 Carlo Felice, SS36 del Lago di Como e dello Spluga, SS45 Val Trebbia, SS106 Jonica ed SS18 Tirrena Inferiore.

Quindi, massima accortezza qualora dobbiate partire necessariamente in quelle date che dovrebbero essere evitate, il consiglio è quello di mettersi in auto negli orari meno rischiosi, quanto meno per evitare di rimanere imbottigliati nel traffico, con tutte le problematiche del caso, considerando anche le temperature elevate di un’estate più calda del solito.