Emov è il nuovo car sharing elettrico di Citroën. Il 20 dicembre il gruppo PSA e la società EYSA hanno lanciato a Madrid il servizio con una flotta di 500 veicoli elettrici Citroën C-Zero a 4 posti

L’offerta con la modalità “free floating” consente di prenotare gratuitamente via app il veicolo 30 minuti prima del suo utilizzo e di bloccare e sbloccare il veicolo noleggiato. Il perimetro coperto comprende parte della periferia della città e il servizio permette di parcheggiare gratuitamente la propria auto nei parcheggi a pagamento all’interno del perimetro coperto: “Madrid vuole diventare la capitale europea della mobilità elettrica condivisa e questo progetto è l’ultima iniziativa che ha scelto Madrid come luogo del suo lancio mondiale” ha detto Manuela Carmena, sindaca di Madrid.

Le auto elettriche potranno accedere anche alle zone riservate ai residenti e alle zone con limitazioni di circolazione temporanee: “Emov arriva a Madrid con l’intenzione di diventare uno degli elementi caratterizzanti di questa città e siamo convinti che la nostra flotta sarà ben accolta dai cittadini” ha dichiarato Fernando Izquierdo, Direttore Generale di Emov.

Fino al 31 gennaio 2017, l’iscrizione è gratuita (Utilizzando il codice “viveemov001”) e vengono regalati i primi 30 minuti mentre il costo di utilizzo delle Citroën C-Zero è di 0,19 euro al minuto o di 59 euro al giorno. La stessa tariffa che utilizza car2go con le smart fortwo elettriche che ha raggiunto i 100.000 utenti in città dal novembre del 2015 coprendo una superficie di 53 chilometri quadrati. Il lancio del servizio Emov a Madrid dovrebbe essere solo la prima offensiva di un’offerta articolata in altre città dell’Europa.

Il car sharing Emov proposto dall’azienda spagnola è frutto di un’alleanza strategica tra Eysa e Free2Move, il nuovo marchio di servizi per le nuove mobilità del colosso automotive francese, e sulla tecnologia proposta dalla società Vulog, fornitrice di soluzioni di car-sharing.