La Ferrari è partita un po’ in sordina e forse a livello tecnico non è ancora il team più forte, basta vedere la classifica costruttori. Ma sul versante piloti è tutta un’altra storia perché Alonso ha davvero voglia di portarsi a casa il titolo iridato. Peccato per il vantaggio. 

La distanza in punti che separa Alonso dai suoi avversari, è assolutamente irrisoria: 40 punti da Webber e 42 da Vettel. Insomma dietro la sua monoposto c’è la fila di piloti che vogliono soffiargli il titolo iridato sotto il naso. Ma l’asturiano non molla così facilmente.

Se sta alla guida della classifica iridata, ci sarà un motivo. La vede così anche Schumacher che ne approfitta per elogiare il lavoro dei tecnici di Maranello e di Alonso in particolare. Dalla parte del ferrarista c’è anche l’esperienza, qualità che invece non appartiene ancora a Vettel, pilota promettente sì ma anche molto acerbo nonostante i due campionati del mondo vinti.

Ecco le parole di Schumacher sulla Ferrari, su Alonso e su Vettel:

Sono lì dove sono perché tutto sta funzionando bene, ma non è un caso. Hanno lavorato duro, e ora stanno raccogliendo. (Ferrari)

Fernando sta attraversando la sua miglior condizione, e sta andando anche oltre i suoi limiti. (Alonso)

Sebastian ha talento ed è molto veloce, oltre ad essere un bravissimo ragazzo, ma ha ancora tanti anni davanti a sè per crescere e migliorare come pilota. (Vettel)