Anche la Ducati è sbarcata a Jerez per fare altri test sulla moto che sarà non croce ma delizia per i piloti di punta: Rossi ed Hayden. I tecnici hanno avuto importanti feedback positivi sull’assetto elettronico della nuova Ducati.

Dal punto di vista dell’elettronica la nuova Ducati c’è e si sente. A Jerez de la Frontera la squadra di Borgo Panigale ha portato in pista i suoi tester per capire bene qual è l’assetto migliore da perfezionare. La moto ha comunque fatto già dei grossi passi in avanti, si è adattata allo stile di guida di Rossi che ha trovato il feeling con la sua “compagna” di squadra.

Il Test Team Ducati è guidato come al solito da Filippo Preziosi che per tre giorni ha seguito un programma di test molto ferrato mettendo – ma questo lo diciamo noi – alla prova anche i nervi del collaudatore ufficiale: Franco Battaini.

Battaini è stato affiancato da due piloti di due squadre satelliti della Ducati che hanno potuto sperimentare dal vivo cosa si prova a stare in sella alla GP12 SAT. Si tratta di Karel Abraham del Cardion AB MotoRacing e di Hector Barbera della Pramac Racing Team.

Fortunatamente il tempo a Jerez è stato clemente e si è potuto lavorare su molti aspetti, soprattutto sull’elettronica della Desmosedici che sarà approfondita a Sepang.