Questa settimana siamo in Umbria, il cuore verde della nostra Italia e ci troviamo on the road con due vetture elettriche di casa Renault: Twizy e Zoe, alla scoperta di un’iniziativa che le vede protagoniste di una nuova avventura, ovvero amare la propria terra e guardare al futuro per vivere meglio, stare bene ed emozionarsi ancora.

Tutto ciò non è solo un progetto ma una realtà che si concretizza con una card chiamata “Umbria Green Card” e concepita per sviluppare nella regione una forma di turismo ecosostenibile che offra ai visitatori la possibilità di conoscere e vivere il territorio con una particolare attenzione all’ambiente, associando l’opportunità di usufruire di sconti sui servizi offerti da strutture convenzionate (agriturismo, hotel, ristoranti, musei, esercizi commerciali, ecc…) alla possibilità di percorrere uno dei suggestivi itinerari turistici proposti noleggiando un veicolo elettrico Renault: la biposto Twizy o la berlina compatta Zoe.

L’Umbria Green Card è ideata e gestita da Techne, società umbra operante nel settore delle energie rinnovabili e specializzata in servizi orientati all’innovazione tecnologica e alla sostenibilità. Con il patrocinio delle istituzioni locali, si propone di promuovere la scoperta del territorio umbro attraverso una rete di opportunità e servizi esclusivi favorendo al tempo stesso una forma di turismo sostenibile sensibilizzando, così, i visitatori del territorio umbro ad avvalersi di veicoli elettrici.

Al volante della Twizy, tra Assisi e Perugia, abbiamo scoperto nuovi luoghi, profumi e sound che fanno parte della natura: cicale, girasoli, borghi rustici e la voglia di essere un tutt’uno, senza far “danno” a noi e all’ambiente che ci circonda perché viaggiamo al 100% in modo eco ed elettrico. Così come con la Zoe verso luoghi più “lontani”, alla scoperta di nuovi paesaggi abbinabili a soste di degustazione dei prodotti tipici. Tutti itinerari compatibili in lunghezza con l’autonomia reale dei veicoli elettrici  Twizy e Zoe.

Con l’installazione già avvenuta di 28 colonnine di ricarica nella città di Perugia e un piano per la progressiva realizzazione a cura di Enel Distribuzione di una rete di ricarica in altri 13 comuni della Regione (Assisi, Spoleto, Gubbio, Città di Castello, Terni, Narni, Foligno, Todi, Orvieto, Norcia, Cascia e Castiglione del Lago), l’Umbria ha già avviato un progetto per lo sviluppo della mobilità elettrica.

Twizy è 100% elettrica, con 4 ruote e 2 posti in fila, concepita per essere la soluzione ideale alla mobilità urbana e ai brevi spostamenti, agile per le sue dimensioni ultracompatte – 2,32 mt di lunghezza e 1,19 mt di larghezza – con un’autonomia media di 100 km corrispondenti a circa 50-80 km nell’uso reale. Si può ricaricare da una normale presa di corrente Schuco e occorrono circa 3,5 ore per una ricarica completa.

La Zoe è una berlina compatta con 5 porte e 5 posti, lunga 4,08 mt, larga 1,73 e alta 1,56. E’ dotata di un motore elettrico da 65 kW con autonomia media di circa 100-150 km nell’uso reale e può ricaricarsi con qualunque livello di potenza anche a 22 kW in un’ora e persino a 43 kW in soli 30 minuti.

E ora eccovi alcune immagini della Renault Twizy per le strade di Milano.