A EICMA 2016 sono diverse le novità svelate da Athenaproduttore di parti meccaniche ed elettroniche per mezzi a due e quattro ruote e distributore per l’Italia di GoPro e altri brand del mondo sport&fashion.

L’azienda vicentina ha completato la gamma ricambi moto con un kit biella per tutti i principali modelli di moto da cross ed enduro: disponibili da dicembre 2016, sono adatte sia a moto a 2T che a 4T, e progettate con un acciaio speciale e con processi produttivi ad alta tecnologia che resistono ad elevati stress termici e di utilizzo. Il kit made in Japan comprende la biella e tutti i componenti necessari alla sua installazione (gabbia a rulli, rasamenti, perno della testa di biella). Dal Giappone arrivano anche le nuove catene di distribuzione Off Road Athena prodotte con tecnologie OEM (original equipment manufacturer). Il kit cilindro maggiorato per Yamaha MT-125 porta la cilindrata della naked della casa giapponese a 180 cc mentre la gamma kit parapolvere e cuscinetti consente la revisione della ruota. Si amplia, infine, l’offerta di coprisella con il modello top di gamma Factory utilizzati da grandi campioni delle due ruote come Antonio Cairoli e Ken Roczen per un maggior grip in condizione di utilizzo estremo.

Svelate anche le nuove borse da moto Ogio per la linea Powersport ideate per permettere ai motociclisti di trasportare tutto ciò di cui necessitano. Tra i nuovi prodotti del brand americano la nuova Tail Bag che ha un peso di 1 kg, una capacità massima di 30 litri e può essere fissata nella parte posteriore della moto; il Supermini Tnaker (6 litri di capacità per solo 0,45 kg di peso), la borsa ideata per un facile adattamento al serbatoio della propria moto con un sistema di chiusura magnetico 3D e una tracolla per il trasporto della borsa a moto parcheggiata; la Saddle Bag espandibile e caratterizzata da due scompartimenti con apertura a U e da un design studiato per favorire il flusso dell’aria (2.3 Kg e capacità di 29 litri); infine il MX Flight Vest, gilet con idratazione integrata con tasche in cui poter riporre maschere, lenti e altri oggetti necessari per affrontare anche lunghi viaggi in sella alla vostra moto.

Athena ha presentato anche Handsfree 1.0 e Handsfree 2.0 di Twiins, marchio spagnolo che offre una nuova linea di prodotti per essere sempre connessi anche durante gli spostamenti in moto. Handsfree 1.0 presenta un interfono per ascoltare voce, musica o seguire le indicazione di mappe: il cavo di ricarica è stato eliminato in favore di un apertura micro-usb integrata. Handsfree 2.0 ha in più la dotazione di due interfono, dando la possibilità di comunicare con un eventuale passeggero.

Presso lo stand Athena di EICMA sono in esposizione anche la nuova linea di camere HERO5 che permettono di caricare automaticamente foto e video su GoPro Plus, un servizio in abbonamento su cloud che rende semplice l’accesso, l’editing e la condivisione di contenuti in ogni momento e in qualunque luogo, usando un telefono o un computer. Non poteva mancare poi il compatto e pieghevole drone Karma che presenta un controller in stile videogame con display touch integrato e un manico per la stabilizzazione di immagini che può essere impugnato o montato su veicoli o attrezzature varie.

Lo stand di Athena a EICMA 2016 è stato anche il palcoscenico per il lancio della Kawasaki KX 450 F Magnet, la nuova moto special di Alvaro Dal Farra. Ex pilota di Freestyle Motocross, ha partecipato ai più importanti eventi al mondo quali Red Bull X-Fighters, Masters of Dirt, Dew Tour e LG Action Sports. Da sette anni ha smesso di gareggiare a causa di un incidente ma la sua vita è sempre immersa nel mondo delle due ruote. Ora è manager del Team Da Boot e ideatore di diversi progetti nel FMX, oltre che giudice dei più prestigiosi eventi del mondo come il Red Bull X-Fighters di Madrid. Nel 2015 ha presentato un modello su base KX 450 F andando a vincere il premio del Freestyle Xtreme Awards nella categoria Best FMW bike.

Ora l’ultima creazione a EICMA con una linea standard ma rimarcata valorizzando angoli e spigoli mentre la struttura e la componentistica in alluminio sono state modificate con incisioni laser 3d, che ne hanno cambiato l’aspetto. Colore ed anodica rendono la moto uniforme e aggressiva nella forma, il carbonio la alleggerisce e la grafica si rende intellegibile cambiando angolo di visuale, grazie ad una serie di forature: “Ogni anno cerco di esprimere come interpreto vita, ricerca, innovazione e quello che è il mio spirito attraverso ciò che da sempre mi attrae - ha spiegato Dal Farra -. La mia moto è, da sempre, in tensione verso il rinnovamento. Da bambino era un sogno, ora è una proiezione di come interpreto il futuro”.