Askoll fa il suo debutto a EICMA con tre nuovi modelli di bicicletta a pedalata assistita, un nuovo scooter elettrico (oltre a un concept) e la prima auto elettrica dell’azienda vicentina.

Askoll bici elettriche: eB3, eBF, eBKid

Primo produttore e distributore di veicoli elettrici Made in Italy, l’Askoll eB3 è pensato sia per gli spostamenti urbani che per il cicloturismo. Oltre a forcella e sella ammortizzate, manubrio regolabile e ruote da 28″, si aggiungono cambio al mozzo a 5 rapporti con selettore integrato nella manopola e quattro diversi livelli di assistenza alla pedalata più una modalità di accompagnamento e partenza in salita. Il motore elettrico, montato sul mozzo anteriore, è alimentato da una batteria di ultima generazione agli ioni di litio con componenti Panasonic, che permette di viaggiare fino a 100 km con un solo ciclo di ricarica, assistiti dal motore fino alla velocità di 25 km/h. La batteria agli ioni di litio da 300 Wh, montata frontalmente, pesa solo 2,6 kg, e si ricarica da 0 a 100% in cinque ore da una qualsiasi presa elettrica, al costo di 5 centesimi.

Askoll eBF e eBKid

Askoll eBF è invece una bicicletta a pedalata assistita pieghevole versatile e compatta, facilmente ripiegabile grazie a uno snodo centrale e comoda da trasportare. Monta ruote da 20″, ha una velocità massima di 22km/h e un’autonomia di 60 Km. Il motore è posto nel mozzo posteriore e la batteria è composta da celle Panasonic agli ioni di litio. Si ricarica in da 0 a 100% in cinque ore da una qualsiasi presa elettrica, come la Askoll eBKid, la prima bici a pedalata assistita pensata per i bambini di età compresa tra i 9 e i 12 anni. Disponibile con due differenti telai, presenta ruote da 20″, ha una velocità massima assistita dal motore di 20 km/h.

Askoll eS3

Il nuovo Askoll eS3 va a completare la gamma già esistente con eS1 ed eS2: grazie a una potenza di 3,3 KW raggiunge i 70 Km/h e ha un’autonomia fino a 80 km. Il motore elettrico brushless Askoll ad alta efficienza energetica è alimentato da due pacchi batteria agli ioni di litio con una capacità di 27Ah 54V ricaricabili da una qualsiasi presa elettrica. Il costo per una ricarica da 0 a 100% è di 0,45 centesimi circa (calcolato sul costo medio di una ricarica notturna) ma la batteria si può caricare in ogni momento: da 20% a 90% impiega 5,5 ore per una ricarica. L’impianto frenante con sistema CBS e il telaio resistente ne garantiscono la massima sicurezza. Le sospensioni, idraulica telescopica sull’anteriore e a mono-ammortizzatore sul posteriore, e i grandi pneumatici (80/80 16 l’anteriore e 90/80 16 il posteriore), permettono di adattarsi a qualsiasi percorso. Lo scooter pesa 87 chili e come i suoi predecessori ha tre differenti modalità di viaggio: Eco, Normal, Power. Ad EICMA 2016 è stato presentato anche un concept sportivo dell’eS3 più orientato verso l’off-road.

Askoll auto elettrica

Ma la grande novità Askoll a EICMA 2016 è Elò, la prima city car elettrica pensata per offrire una risposta intelligente e contemporanea alla necessità di muoversi agilmente e a costi irrisori nei piccoli e medi spostamenti quotidiani. Dotata di motore elettrico brushless con una potenza 13,5 kW, è alimentata da un pacco batteria agli ioni di litio di ultima generazione. L’autonomia è di 200 km e la velocità massima di 80 km/h ma a differenza di quasi tutte le auto elettriche oggi presenti sul mercato, non dipende da colonnine elettriche e può essere ricaricata da qualsiasi presa domestica senza aumentare a più di 3 KWh la potenza elettrica installata: Askoll calcola in 50 euro il pieno per un anno sulla base di 7000 chilometri ogni 12 mesi. Con un peso pari a 550 kg è stata omologata come un quadriciclo pesante ma, a livello meccanico, la sua struttura presenta componenti in acciaio stampato che le permettono di competere con le altre city car endotermiche presenti sul mercato. Lunga 2,53 m e larga 1,45, ha un baricentro di 41 cm e sospensioni indipendenti in ogni ruota. Presenta 4 freni a disco e una rigenerazione intelligente del motore in frenata.

Sarà prodotta in Italia?

L’auto elettrica a marchio Askoll è oggi alla sua quarta prototipazione, pronta dunque per essere prodotta. L’obiettivo dell’azienda è costruire in Italia una vettura elettrica “Made in Italy” ma – fanno sapere da Askoll - mancano le condizioni, che richiedono contributi al momento difficilmente reperibili in Italia: “Finora chi si è dimostrata interessata è stata la Cina che, a differenza di quanto avviene in Europa, sta già investendo cifre enormi per lo sviluppo e la diffusione di una mobilità elettrica sostenibile – afferma Elio Marioni, Presidente di Askoll -. Se decidiamo di portare lì la produzione e ovviamente la nostra tecnologia, non solo ci offriranno il denaro necessario a mettere in campo il progetto, ma anche una serie di facilitazioni e incentivi oggi impensabili nel nostro Paese: rimborso del terreno e di parte degli impianti produttivi, incentivi per le assunzioni di tecnici e operai, sgravi fiscali sia per il personale sia per l’azienda. In Italia non siamo mai nemmeno riusciti a ottenere una risposta dalle istituzioni sulla possibilità di incentivare la mobilità elettrica magari attraverso una parziale riduzione dell’aliquota IVA”. Il messaggio, fa sapere Askoll, è giunto al destinatario e sono in programma una serie di incontri per cercare di trovare una soluzione e far partire la produzione nel nostro Paese. Il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 10.000 euro + IVA e potrebbe arrivare sul mercato già nel 2018.