A EICMA 2015 BMW fa il suo debutto nel segmento delle moto di piccola cilindrata con la G 310 R realizzata in cooperazione con l’azienda indiana TVS, un colosso da 2,5 milioni di veicoli l’anno. La nuova piccola della casa bavarese sfrutta un inedito motore monocilindrico da 313 cc capace di 34 CV a 9.500 giri e di una coppia di 28 Nm a 7.500 giri. Originale soprattutto per la disposizione del cilindro, rivolto all’indietro e con testa “girata”. Il telaio è in acciaio mentre il forcellone è caratterizzato dalla parte superiore a traliccio con una forcella a steli rovesciati da 41 mm. Il peso complessivo della moto è di 158 kg, con ABS a due canali compreso. Tre selle variano le altezze da terra da 815 mm a 760 mm mentre tra gli optional sono disponibili anche le manopole riscaldate.

Al Salone del Motociclo è presente anche la BMW R nineT Roadster in versione Scrambler. La nuova classica tedesca mantiene gli stilemi del modello presentato due anni fa modificando gli accessori originali. Il motore è il Boxer di 1.170 cc, raffreddato ad aria/olio dotato di 81 CV e 116 Nm di coppia. La forcella telescopica con tanto di soffietti in gomma va a protezione degli steli, nonché al Paralever posteriore. Con ruota anteriore da 19 pollici, la R nineT Scrambler è proposta di serie con pneumatici stradali e cerchi in lega fucinati. L’ABS è di serie, il controllo di stabilità ASC opzionale.

A EICMA 2015 BMW presenta anche le nuove BMW F 700 GS e F 800 GS. Grazie al coperchio del serbatoio disegnato ex novo e alla copertura del blocchetto di avviamento ridisegnata, entrambi i modelli si presentano in un look più dinamico. Inoltre, gli elementi dal look metallico nelle cover delle ginocchia (F 700 GS) e nella copertura del radiatore (F 800 GS) con scritta disegnata ex novo e parzialmente incisa. Le selle ridisegnate sono disponibili a cinque altezze di seduta oltre all’optional abbassamento della ciclistica (optional ex fabbrica). Il risultato è un ampio campo di variazione dell’altezza della sella, da 765 mm a 860 mm (F 700 GS) e da 820 mm a 920 mm (F 800 GS).

In entrambi i modelli la spinta è assicurata dal motore bicilindrico a quattro valvole per cilindro raffreddato a liquido dalla cilindrata di 798 cm³ con iniezione di carburante e cambio a sei rapporti. Nella F 700 GS la potenza è di 75 CV a 7.300 g/min una coppia massima di 77 Nm a 5.300 g/min mentre nella F 800 GS sono a disposizione 85 CV a 7.500 g/min e 83 Nm a 5.750 g/min. Entrambi i modelli sono equipaggiati di serie con ABS mentre sono tra gli optional il controllo automatico di stabilità ASC (Automatic Stability Control) e le sospensioni a regolazione elettrica ESA (Electronic Suspension Adjustment).

Presenti anche i nuovi C 650 Sport e C 650 GT. Il C 650 Sport, dal design completamente rivisitato, è stato pensato per chi possiede un’indole più sportiva, mentre il C 650 GT per chi attribuisce particolare attenzione al comfort e impiega il mezzo per un uso turistico. Le mappature del motore bicilindrico in linea da 647 cc sono state definite ex novo, tenendo conto delle norme Euro 4. ABS e ASC sono di serie, per garantire la massima sicurezza in frenata e accelerazione mentre il Side View Assist, è disponibile solo per il C 650 GT nella versione optional.

Svelata anche la BMW R 1200 GS ibrida a trazione integrale realizzata da Wunderlich: il concept possiede una trazione elettrica di 7,6 kilowatt al mozzo anteriore con una coppia di 150 Nm).