Dopo aver rinnovato l’offerta nei segmenti B e C, Peugeot presenta la sua nuova citycar portando un soffio di freschezza e novità in un segmento nel quale l’intero panorama dell’automotive ha deciso di investire maggiormente negli ultimi anni. Compatta e nata per affrontare i circuiti urbani rispettando i consumi grazie alla gamma di motori a 3 cilindri, la Peugeot 108 colpisce per il suo design raffinato ed elegante dalle forme sinuosamente accattivanti. Auto dalle molte personalità, tutte interessanti, vista la possibilità di customizzazione sia nei modelli, berlina e deccappottabile sia nella scelta cromatica offrendo inoltre vari temi di personalizzazione che vanno dall’ambiente interno al numero di porte, motore, cambio etc. Gli equipaggiamenti sono tipici dei segmenti superiori: retrocamera, climatizzazione automatica, keyless system.

La nuova Peugeot 108, sia nella versione Berlina che in quella Top! decappottabile, sfoggia una linea estremamente morbida e agile che conferisce però quell’idea di compattezza tipica della citycar (3,47 m di lunghezza e 1,62 m di larghezza). Il frontale rassicura immediatamente per la sua robustezza, costituito da calandra paracolpi centrale e presa d’aria inferiore. I gruppi ottici anteriori sono saldamente incastonati nella carrozzeria, comuni in tutti gli allestimenti i proiettori tecnologici combinano il nero e il cromo per conferire all’auto uno sguardo penetrante. Di profilo la compattezza è evidenziata dagli sbalzi ridotti al massimo, il suo dinamismo è sottolineato da una lamina cromata che emerge dai parafanghi anteriori e si estende alla base della vetratura. Il raccordo con il posteriore avviene grazie ai gruppi ottici che nascono dalle fiancate e integrano tutte le funzioni, comprese quelle della retromarcia e del fendinebbia posteriore. Elemento simbolo della sua praticità, il grande portellone vetrato si estende dallo spoiler, che incorpora le cerniere, fino alla soglia di carico. Alla base del portellone la serigrafia nasconde un vano di carico di tutto rispetto per la sua categoria elargendo uno spazio di 196 dm3 (243 litri) con kit di riparazione pneumatici, di 180 dm3 con ruota di scorta.

La ricchezza degli esterni prosegue anche nell’allestimento degli interni che rivelano un abitacolo sorprendentemente comodo. Il blocco con il quadro strumenti è solidale con il piantone dello sterzo, regolabile in altezza e racchiuso da una palpebra che ne garantisce la lettura in tutte le condizioni di guida. Comprende una strumentazione analogica e uno schermo LCD disposti in modo concentrico. A entrambi i lati, i prolungamenti accolgono il contagiri e l’indicatore di cambio rapporto (Gear Shift Indicator). In opzione nel livello Active e di serie sul livello Allure, un touchscreen da 7″ stabilisce un nuovo rapporto tra il veicolo e il suo conducente. E’ l’interfaccia della radio, del computer di bordo e dell’impostazione dei parametri del veicolo, inoltre grazie alla funzione Mirror Screen è possibile far dialogare Peuget 108 con il proprio Smartphone in virtù della tecnologia MirrorLink per i telefoni Androïd, RIM e Windows, con AppInCar per i telefoni iOs. Grazie al Mirror Screen, il touchscreen della Peugeot 108 diventa lo specchio del telefono che viene connesso allo schermo. La posizione di guida si trova facilmente grazie alla regolazione in altezza del piantone dello sterzo e del sedile. I passeggeri sono protetti in tutte le circostanze da sei airbag, di serie: due frontali (l’airbag passeggero può essere disattivato), due anteriori laterali, due a tendina che coprono i posti anteriori e posteriori. Infine, per la sicurezza dei bambini, i due posti posteriori sono dotati di fissaggi IsoFix.

Interessanti le motorizzazioni con una gamma che si compone di quattro gruppi motopropulsori 3 cilindri efficienti: 1.0 e-VTi 68 cambio manuale 5 rapporti, 88g/km di CO2, con un consumo di 3,8 l/100 km; 1.0 VTi 68 cambio manuale 5 rapporti, 95g/km di CO2, con un consumo 4,1 l/100 km; 1.0 VTi 68 ETG5, 97g/km de CO2, con un consumo 4,2 l/100 km; nuovo motore PureTech 1.2 VTi 82 cambio manuale 5 rapporti, 99g/km di CO2, con un consumo 4,2 l/100 km. I motori sfruttano la leggerezza della Peugeot 108, a partire da soli 840 kg, per offrire agli occupanti un equilibrio di alto livello tra comportamento stradale e comfort. A tal fine, i collegamenti al suolo sono stati sviluppati intorno a un avantreno di tipo Pseudo McPherson e a una traversa posteriore deformabile che ha il vantaggio di migliorare il controllo e di ridurre la massa. Le carreggiate misurano 1425 mm nell’anteriore e 1420 mm nel posteriore. Gli pneumatici sono disponibili in due dimensioni, 165/65 R14 o 165/60 R15, e sono a bassissima resistenza al rotolamento per contribuire all’efficienza globale della vettura. Sono controllati costantemente mediante l’indicatore di perdita di pressione pneumatici. L’impianto frenante comprende di serie l’ABS, il ripartitore elettronico di frenata, l’assistenza alla frenata di emergenza, l’ESP disinseribile. Il sistema frenante è a dischi anteriori ventilati di 247mm e a tamburi posteriori di 200mm.

LEGGI ANCHE

Nuova Peugeot 108: ecco la citycar che punta sull’espressività

Nuova Peugeot 108: al Salone di Ginevra in anteprima, ecco le foto