Si fa presto a far archiviare una processo e ad uscirne con la fedina penale pulita quando ti chiami Bernie Ecclestone e puoi permetterti di siglare un accordo di 100 milioni di dollari. E la cosa termina lì. Il patron della Formula 1 era finito sotto accusa davanti al tribunale di Monaco di Baviera, imputato per un caso di corruzione avvenuto nel 2006: secondo la Procura, avrebbe pilotato la vendita dei diritti del Circus, corrompendo l’ex presidente della banca BayernLb, Gerhard Gribkowsky, con un versamento di 44 milioni di dollari a suo favore.

Ecclestone, favorito anche e soprattutto dalla sua età avanzata (83 anni) paga dunque i 100 milioni di dollari, esce da questa storia incensurato, può continuare a lavorare nel mondo della Formula 1 e dice addio alla possibilità di trascorrere dieci anni dietro le sbarre. Il pagamento dell’intera cifra avverrà entro una settimana e lo Stato tedesco incasserà così circa 73,66 milioni di dollari.