Dopo il nostro pagellone sul Mondiale di F1 2014 appena concluso ne giunge uno ben più importante e pesante: quello stilato da Benie Ecclestone in un’intervista rilasciata alla rivista Autosport nel quale il boss della F1 boccia senza mezze misure Vettel e la Ferrari, ormai pronti entrambi all’imminente incrocio di destini automobilistici.

Sono un super-tifoso di Sebastian – ha detto Ecclestone -, sono un po’ deluso dal suo atteggiamento, credo sia cambiato. Si sta comportando come un uomo sconfitto e lui non lo è, non è la sua mentalità. Lui ama competere, non gli piace perdere nemmeno a backgammon. Purtroppo, quando gioca con me, gli capita“.

Parole più dolci non ne ha spese di certo nei confronti della Ferrari e del suo ex primo pilota: “È stata molto deludente, si è smarrita“, e ad Alonso: “A metà stagione si è comportato un po’ come Sebastian, quindi mi ha deluso un po’ anche lui“.

Gli elogi del number one del circo della F1 sono arrivati solo nei confronti della Mercedes e dei rispettivi piloti: “Siamo stati molto fortunati che Hamilton e Rosberg abbiano dato vita a un duello, ed è positivo che la Mercedes che ha dominato la stagione gli abbia permesso di lottare in pista. Altrimenti, avremmo avuto un Mondiale schifoso. Se Lewis e Nico non si fossero dati battaglia, la stagione sarebbe finita a Silverstone. Pensavo che la Ferrari o la Red Bull avrebbero potuto recuperare nella seconda fase della stagione“.