Il prossimo appuntamento a Brno si preannuncia scoppiettante. Ripercorrendo a mente il circuito, i piloti momentaneamente in ferie, hanno fatto delle considerazioni sulle curve, le ascese e i rettilinei proposti dalla pista ceca.

La Repsol Honda pensa alla strategia di squadra e la Suzuki annuncia due piloti in pista. Alvaro Bautista aveva dichiarato di essere stanco di rappresentare la Suzuki da solo e il suo paddok l’ha ascoltato ed accontentato. A Brno, per la scuderia in questione, oltre a Bautista ci sarà anche l’americano John Hopkins finora impegnato nella Superbike.

Una wild-card è stata predisposta per Hopkins che ha già corso nel MotoGP, che è già stato a Brno in questa categoria e che proprio su questo circuito, nel 2007, ha ottenuto il miglior risultato della stagione.

Bautista dal lato suo sembra deciso a confermare la serie positiva di risultati. Si è riposato e ha valutato la crescita dall’inizio della stagione al giro di boa.

L’obiettivo quindi è migliorare ancora e il confronto per Bautista, deve essere fatto tra la sua moto e i due avversari principali: la Ducati e la Yamaha del team Tech3.

Finora la sua lotta è stata solitaria ma adesso Hopkins giura di dargli man forte. L’americano ha guidato la Suzuki nei test in Qatar e nalla gara a Jerez, poi ha sostituito Bautista infortunato, adesso è allenato con la Superbike.

In pratica ci sono tutti gli ingredienti per articolare una buona risposta a Brno.