Dei test di Jerez non si doveva sapere assolutamente nulla, nessuna notizia che potesse in qualche modo togliere i veli alla Desmosedici della Ducati. Eppure a distanza di poche ore dai test prende la parola l’ad della Ducati. Gabriele Del Torchio è l’amministratore delegato della Ducati ed era presente ai test di Jerez che non sono stati affidati a Rossi o Hayden. In pista per provare la Desmosedici c’erano il campione del mondo Superbike Checa e Battaini. A loro il compito di mettere a punto la moto che sarà in pista nel 2012.

Il 2011 non è un anno da ricordare sul calendario secondo Del Torchio, visto che non sono stati raggiunti i risultati sperati, però c’è molta fiducia per il prossimo campionato.

L’ad della Ducati spiega che da aprile si potrà ammirare una moto completamente nuova, diversa rispetto alle precedenti, cambiata in ogni particolare. Cambiato è anche Valentino Rossi, a Madonna di Campiglio Del Torchio l’ha visto molto motivato e carico.

Spera inoltre che Rossi si convinca a restare per il prossimo biennio con la sua squadra e se proprio pensa al ritiro nel 2015, festeggiarlo a bordo di una Ducati. Andiamo troppo in là con le proiezioni? Può darsi, ma l’importante è che lo staff tecnico della Ducati ce la metta tutta per costruire una moto migliore.