Dopo una giornata di prove a Brno, il motomondiale si appresta ad affrontare la seconda tappa statunitense della competizione, ad Indianapolis.

Il circuito è stato recentemente riasfaltato ma dopo la pausa estiva e le prove, l’uomo da battere resta sempre Casey Stoner. Correre in America è sempre una grande emozione, esordisce con questo concetto Valentino davanti ai giornalisti, ma poi ci tiene a specificare che il circuito di Indianapolis non è uno dei suoi preferiti. Ce la metterà tutto, è ovvio, ma bisogna vedere come risponde la moto.

La Ducati è pronta, a Brno sono stati provati diversi assetti e visto che molte parti del circuito sono state riasfaltate, ci può essere qualche speranza anche per la Gp11.1.

Valentino Rossi, naturalmente, parla anche di Claudio Castiglioni, scomparso da pochi giorni, e gli rivolge un saluto affettuoso, visto che è stato proprio Castiglioni a consentirgli a 14 anni di salire su una Sport Porduction 125.

Un po’ più cauto a parole Nicky Hayden che sa di non andare forte in questa seconda parte della stagione. Tuttavia l’effetto casa potrebbe mettergli le ali. Il circuito di Indianapolis, infatti si trova a pochi chilometri dalla sua città natale Owensboro nel Kentucky.

Una sua preoccupazione sono gli pneumatici. L’asfalto nuovo potrebbe voler dire anche più tempo per trovare le gomme adatte.