La Ducati Desmosedici GP15 è stata svelata in anteprima mondiale all’audtiorium Ducati di Borgo Panigale durante la presentazione ufficiale della squadra di Borgo Panigale. La moto con cui Andrea Dovizioso e Andrea Iannone andranno a sfidare Honda e Yamaha porta la firma di Luigi Dall’Igna, direttore Generale Ducati Corse ed ex artefice dei successi Aprilia in SBK. Dopo Max Biaggi sul tetto del mondo, l’ingegnere proverà a costruire un altro binomio italiano riportando la rossa a quei fasti che non raggiunge dai tempi di Casey Stoner.

Ducati Desmosedici GP15, obiettivo almeno un successo

L’obiettivo è stare davanti alle giapponesi e vincere almeno una gara. Un traguardo non da poco considerando che la Ducati Desmosedici GP15 ha percorso soltanto pochi chilometri con il collaudatore Michele Pirro. Il regolamento della MotoGP, con la norma Factory 2, potrebbe dare una discreta mano alla casa di Borgo Panigale che tra poco più di una settimana potrà finalmente provare nei test ufficiali la nuova Ducati Desmosedici GP15. Andrea Dovizioso e Andrea Iannone a Sepang dovranno confermare gli ottimi risultati ottenuti con la GP14.3 nella prima sessione con l’abruzzese terzo nella classifica complessiva alle spalle delle due Honda. In Maelsia sono stati spediti due esemplari, uno per pilota. Secondo Dall’Igna la GP15 partirà con lo stesso assetto della GP14.3, ma avrà molte più possibilità di regolazione.

Ducati Desmosedici GP15, i dati tecnici

Motore: 4 tempi, V4 a 90°,raffreddato a liquido, distribuzione desmodromica evoluta con doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro.
Cilindrata: 1.000cc
Potenza massima: Oltre 240 cv
Velocità massima: Oltre 340km/h
Trasmissione: Ducati Seamless Transmission (DST). Trasmissione finale a catena.
Alimentazione: Iniezione elettronica indiretta, 4 corpi farfallati con iniettori sopra e
sotto farfalla.
Farfalle controllate dal nuovo sistema EVO 2 TCF (Throttle Control
& Feedback).
Carburante: Shell Racing V-Power
Lubrificante: Shell Advance Ultra 4
Scarico: Akrapovic
Trasmissione finale: Catena D.I.D
Telaio: Doppio trave in lega di alluminio
Sospensioni: Forcella Öhlins 48mm upside-down ed ammortizzatore posteriore
Öhlins, con regolazione di precarico, e nuovo sistema freno idraulico
in compressione ed estensione.
Elettronica: Centralina Magneti Marelli programmata con software Ducati factory
Pneumatici: Bridgestone, su cerchi anteriore e posteriore Ø16.5″
Impianto frenante: Brembo, doppio disco anteriore in carbonio da 320mm/340mm con pinze
a quattro pistoncini.
Disco posteriore singolo in acciaio con pinza a due pistoncini.
Peso a secco: 158kg