Con DS Virgin Racing, il marchio DS Automobiles entra in Formula E, il nuovo campionato FIA che schiera auto da Formula alimentate esclusivamente con energia elettrica. Nella tappa di Londra, l’ultima in calendario, del Mondiale delle monoposto elettriche arrivano le prime certezze sulla prossima stagione. Attraverso la nuova partnership, l’area Motorsport del brand francese apporterà all’equipe tutta la sua competenza tecnologica nella ricerca e sviluppo delle auto da corsa: “La nostra collaborazione con il marchio DS non rappresenta solo la collaborazione di due marchi fantastici, ma una grande opportunità per mostrare la nostra intenzione di vincere i campionati FIA Formula E – ha dichiarato il responsabile del Team Virgin Racing, Alex Tai -. Queato sottolinea la nostra ambizione di essere sempre in prima linea e pionieri di nuove tecnologie in Formula E, per favorire la transizione tecnologica alle auto di serie”.

Con la progettazione strategica di Virgin Racing Engineering, DS Virgin Racing riceverà l’esperienza e la strategia di gara per competere ai massimi livelli: “Nella Stagione 1 la Formula E ha mantenuto la promessa di creare gare spettacolari, entusiasmanti, dove ogni team è in grado di vincere - ha spiegato Sir Richard Branson, CEO del Virgin Group -. Ora sono ansioso di costruire questa seconda stagione con il nostro nuovo partner, il marchio DS, per essere competitivi e vincere più Campionati. Mi emoziona che Virgin Racing possa avere un ruolo da protagonista con un approccio diverso alla Formula E, per interessare a questo sport molti produttori di equipaggiamenti del settore automotive, così che le tecnologie che vengono sviluppate possano essere applicate alle auto che guidiamo tutti i giorni. Sono certo che la partnership sarà un grande successo, non solo in pista, ma anche come impulso a sviluppare i veicoli elettrici del futuro”.

Yves Bonnefont, Direttore Generale DS Automobiles , ci tiene a sottolineare che l’impegno del marchio DS in Formula E con il partner Virgin Racing è assolutamente coerente con il posizionamento del marchio: “Condividiamo pienamente i valori della Formula E: tecnologia all’avanguardia e vicinanza al pubblico. L’esperienza che potremo acquisire in gara è un fattore determinate per noi per migliorare le nostre tecnologie, a vantaggio dei nostri clienti”. Nel quadro di riorganizzazione del gruppo PSA, Citroën ha da tempo intrapreso la direzione della pista con il WTCC e potrebbe lasciare il Mondiale di Rally a Peugeot, già impegnata ufficialmente alla Dakar e protagonista nei rally italiani e internazionali.