DS Automobiles è partner, in Italia, di Jeunes Restaurateurs d’Europe (JRE), associazione europea di origini francesi
che riunisce molti tra i migliori e più giovani rappresentanti dell’alta gastronomia. Nata in Francia alla metà degli anni Settanta, l’associazione ha tra gli obiettivi lo stimolo della solidarietà e dell’amicizia, il difendere e promuovere la gastronomia europea di alto livello, lo scambio di idee ed esperienze per sviluppare una cultura gastronomica più forte fra professionisti e consumatori e ovviamente favorire la crescita dei giovani talenti europei.

Oggi i Jeunes Restaurateurs d’Europe sono oltre 340 da undici Paesi del Vecchio Continente, con l’aggiunta di una piccola rappresentanza australiana. In Italia i JRE sono 84 dislocati in tutta la penisola, per garantire ad ogni ospite, in ciascun ristorante, un’esperienza unica e irripetibile. Per la prima volta nella sua storia JRE si unisce ad un maarchio automobilistico con cui condivide la stessa passione per l’eccellenza, il savoir-faire, la ricerca di nuove soluzioni all’avanguardia e l’audacia imprenditoriale. Tutto questo è sintetizzato nell’espressione Spirit of avant-garde, firma istituzionale del marchio DS e anche un approccio ottimistico verso tutto ciò che sta intorno al mondo DS, un invito rivolto a coloro che condividono questo stesso spirito innovativo.

Al 23° Congresso Nazionale JRE Italia, in programma ad Orvieto il 3 e 4 aprile, DS Automobiles ha esposto all’esterno dell’Hotel La Badia quattro modelli rappresentativi del suo passato e del suo presente: DS 20 Pallas, Nuova DS 3, DS 4 Crossback e Nuova DS 5. Le vetture sono state scelte volutamente con carrozzeria bianca o nera in sintonia con i colori che caratterizzano l’evento. Presentata per la prima volta nell’ottobre del 1964 al salone di Parigi, la DS 20 Pallas ha segnato la storia di DS proponendo un elevato livello di finitura. Si distingue dalle altre DS per l’equipaggiamento curato e pregiato, con fasce cromate, modanature specifiche, speciali fanali posteriori cromati e fari supplementari, sedili più imbottiti.