Conto alla rovescia per l’inizio dell’edizione 2015 di Ford Driving Skills For Life, il programma di corsi gratuiti di guida responsabile indirizzato ai giovani nella fascia d’età tra 18 e 24 anni. Dopo aver già coinvolto, nelle passate edizioni, Roma (Vallelunga), Milano (Monza) e Pavia, le nuove sessioni di quest’anno si svolgeranno, infatti, in città finora non raggiunte dal programma. Nel capoluogo campano, l’appuntamento è per mercoledì 17 e giovedì 18 giugno alla Mostra d’Oltremare (ingresso via Terracina) mentre a Padova, dove le sessioni si terranno il 23 e 24 giugno.

“Abbiamo deciso di portare Driving Skills For Life anche a Napoli e Padova per diffondere ulteriormente, raggiungendo nuove città, la cultura della responsabilità alla guida - ha dichiarato Domenico Chianese, Presidente e Amministratore Delegato di Ford Italia -. Tutti i ragazzi che seguono il training Ford, infatti, diventano a loro volta ambasciatori di questo importante messaggio. Assieme a loro contribuiamo a costruire una nuova generazione sempre più responsabile alla guida e consapevole dei pericoli”. Per la sessione di Napoli Ford Italia ha stabilito una partnership con l’Università degli Studi Federico II, Dipartimento di Scienze Sociali. Oltre a coinvolgere gli studenti napoletani, Ford contribuirà allo sviluppo di un piano di ricerca sui temi della percezione sociale del rischio. I risultati della ricerca contribuiranno all’evoluzione del programma Driving Skills For Life e all’implementazione di moduli costantemente aggiornati rispetto alla società che cambia.

Per l’edizione 2015, Ford ha inoltre lanciato campagna di sensibilizzazione #FordSafe, declinata attraverso 2 hashtag dedicati, #noScrollingWhileDriving e #noSelfieWhileDriving, con i quali Ford invita a non utilizzare lo smartphone alla guida se non per le funzioni gestibili attraverso i comandi vocali dell’auto. Uno studio Ford ha, infatti, rivelato che 1 giovane guidatore europeo su 4 (in Italia 1 su 5) controlla con frequenza il telefono mentre guida per visualizzare, facendolo scorrere con il dito, il proprio ‘feed’ social. Tra i giovani europei, inoltre, 1 su 4 (anche in Italia) scatta ‘selfie’ mentre guida, un’abitudine che comporta elevatissimi rischi di incidente.

Sulla base di quanto emerso dalla ricerca, Driving Skills For Life prevede anche un innovativo modulo con un focus specifico sui rischi causati dall’utilizzo dello smartphone e del cellulare per scattarsi ‘selfie’ e dall’accesso ai social media durante la guida. Focus anche sulla guida in stato di ebbrezza: tramite la ‘Drink Driving Suit’, una speciale tuta che simula lo stato d’ebbrezza, i ragazzi potranno rendersi conto, da sobri, quali siano gli effetti dell’alcool sull’attenzione e sui riflessi.

I corsi del programma Driving Skills For Life aiutano i ragazzi a imparare a riconoscere e a prevenire le situazioni di pericolo. Nel corso delle sessioni, gli istruttori di guida Ford insegnano la teoria e le tecniche di guida responsabile per evitare le distrazioni, imparare a riconoscere tempestivamente le situazioni di pericolo, controllare il veicolo in situazioni d’emergenza, gestire gli spazi e tenere sotto controllo la velocità. Per partecipare basta registrarsi qui scegliendo una delle sessioni.