Andrea Dovizioso partiva da una posizione privilegiata a Le Mans e viste le gare precedenti c’era molta attesa per la sua performance sul circuito francese. Peccato che, complice l’asfalto bagnato, dopo un’ottima partenza, la sua moto e quella del compagno di squadra, si siano autoeliminate. 

Dovizioso era uno dei piloti più attesi a Le Mans, almeno dai bookmaker e dagli appassionati che ormai avevano iniziato a dubitare delle potenzialità di Rossi con la Ducati. Il patriottismo era stato così stornato sul campione ex Honda, oggi in corsa con la casacca della Yamaha Tech 3.

Se è vero che la Yamaha e la Honda sono i team che si contendono il titolo iridato, bisogna tenere d’occhio anche i loro club satelliti, tra cui c’è anche quello di Andrea Dovizioso.

Dovi, dopo essersi rilassato con massaggi e musica, è sceso in pista molto determinato e in una prima fase della gara ha saputo esprimersi molto bene. E’ andato a recuperare Rossi che inseguiva Stoner ed ha quasi sperato di salire sul traguardo.

Il feeling stabilito con la moto, dichiara Dovi sul traguardo, era bellissimo, peccato soltanto per la resa delle gomme il cui rendimento è andato scemando giro dopo giro. Il fatto di avere nel mirino Stoner e Rossi, hanno fatto osare il pilota Yamaha e l’errore commesso è stato determinante. Buoni i tempi registrati, peccato per la pioggia.