Valentino Rossi e i suoi cambi di squadra, la sua voglia di costruire un team autonomo, hanno segnato la cronaca del motomondiale, soprattutto nella prima parte della stagione.

Qualcuno però, come Andrea Dovizioso, uno come Rossi in squadra proprio non lo vorrebbe.

Valentino Rossi ha problemi a bordo della Ducati. La due ruote che ha a disposizione non riesce a trovare mai l’assetto vincente e per al 2012 si pensa con qualche speranza in più. Intanto le squadre e i piloti continuano a guardarsi intorno.

Andrea Dovizioso, nella classifica iridata, può dire ancora la sua e oltre a ciò ha qualche parola da dire anche al campione pesarese. Il suo atteggiamento non è affatto simpatico e Rossi non figura tra i suoi possibili compagni di squadra preferiti.

Poi Dovizioso corregge un po’ il tiro, magari si è sentito un attimo troppo cattivo nei confronti del professore. Quel che ribadisce è che è meglio avere Rossi come avversario che come compagno di squadra.

Un’affermazione che forse nasconde un riconoscimento per le potenzialità di Rossi.

In più Dovi spiega che non ha niente di personale contro Valentino Rossi, ma il motociclismo in sé è uno sport individuale e le amicizie non trovano spazio tra le due ruote in corsa per la vittoria.