Lo sfogo è capibile. Alessia Polita, sulla sua pagina Facebook, ha commentato duramente la decisione, e poi rivista in serata, di non sospendere il SIC Supermoto Day dopo la tragica morte in pista di Doriano Romboni. Inizialmente, infatti, si era vociferato che la manifestazione potesse svolgersi ugualmente viste le finalità benefiche dell’evento e il via libera della famiglia del 44enne di Lerici e dei genitori del SIC. Dopo una riunione nel suo tendone, Max Biaggi che su Twitter aveva ribadito: “D’accordo con Paolo Simoncelli si è deciso di fare la manifestazione domani (domenica, ndr) a Latina per sostenere la famiglia di Romboni che ha tre figli”. Il Corsaro aveva difeso la scelta dicendo che la priorità è quella di aiutare i congiunti: “Lo dobbiamo a Marco, Doriano e al pubblico che verrà per fare del bene” ma qualche pilota non era d’accordo: Danilo Petrucci, Claudio Corti e Mattia Pasini avevano comunicato il loro forfait.

Alla notizia la 27enne jesina che sta lottando per ritrovare l’uso delle gambe dopo un tragico incidente a Misano, aveva preso posizione senza troppi giri di parole (forse senza sapere la reazione di alcuni dei suoi colleghi, ndr) : “Io mi chiedo… Con quale spirito, con quale umanità si può continuare una manifestazione dopo quanto accaduto. Oggi più che mai capisco, che noi siamo e saremo sempre burattini che cadono, che muoiono, che si feriscono…Ma non importa a nessuno. L’importante è che il burattinaio fa cassa. Non c’è più rispetto di niente e nessuno - aveva aggiunto Polita - E noi piloti siamo i primi co….ni. A schiaffi vi prenderei uno per uno. Non c’è nessuna motivazione valida per continuare. Si tratta di rispetto per una persona morta. Questa volta sono davvero schifata”. 

Un commento che è difficile non condividere specie per una ragazza che ha già dimostrato certi valori e che aveva già espresso un pensiero simile dopo la recente scomparsa di Andrea Antonelli. Forse la FMI in serata ha pensato che, in una tragedia simile, non era il caso di creare un caso politico e ha deciso di annullare la manifestazione. Andava fatto subito.