L’appuntamento montano di Ferrari e Ducati lascia spazio a molte dichiarazioni che aprono qualche orizzonte sul prossimo campionato. L’attesa per le dichiarazioni di Stefano Domenicali era alle stelle.Il team manager della Ferrari per prima cosa ha smentito che la scuderia di Maranello avesse intenzione di usare come driver nei test Robert Kubica, il pilota polacco in forza alla Renault che sta completando non senza difficoltà il suo percorso di riabilitazione.

Poi ha detto di essere molto sereno, di affrontare senza ansie il prossimo campionato. La serenità è stata la parola chiave del suo primo messaggio, in cui ha anche approfittato per giudicare la nuova monoposto Rossa.

Si è dovuta adeguare ai nuovi regolamenti tecnici, ha detto Domenicali, per questo ha abbandonato il design precedente. Adesso è davvero un po’ brutta ma si spera anche che sia più veloce.

Poi Domenicali arriva a parlare della squadra entrando nel merito dei piloti. Sicuramente tutta la Ferrari deve archiviare l’anno passato, in cui anche per colpa di una monoposto poco competitiva, la squadra non è stata all’altezza degli avversari.

Alonso, l’anno scorso, ha avuto modo di mantenere prestazioni alte, anche su una vettura “lenta” e questo suo impegno ha dato nuova linfa alle motivazioni di tutta la squadra. Piloti e ingegneri stanno lavorando a stretto contatto, ma Alonso si sta impegnando molto in questo contatto con il team tecnico.

Ecco allora che Domenicali esprime soddisfazione per il lavoro del team e spera che da questi lavori nascano i successi della prossima stagione.