Per circolare in tranquillità con la propria auto o con la moto è necessario avere sempre i documenti in ordine. Vediamo quelli indispensabili per non incorrere in multe e provvedimenti quali il ritiro della patente e il sequestro dell’auto. Abbiamo già visto insieme i vantaggi che ci sono nel pagare il bollo e nel pagarlo in tempo. Adesso occupiamoci anche degli altri documenti che è necessario avere con sé in macchina o addirittura esibire.

La prima cosa che ci viene in mente è specificare che il bollo non va esibito. Deve essere pagato sempre e se si accerta un mancato pagamento occorre pagare anche la multa e la maggiorazione. Ma se si è in regola con i pagamenti non è necessario avere la ricevuta in macchina.

Bisogna invece avere sempre i famosi “patente e libretto” che sentiamo spesso anche nei film. Quando le forze dell’ordine ci fermano per un accertamento, ci chiederanno sicuramente un titolo che certifica la nostra abilità alla guida.

Qualora abbiate smarrito la patente, dovete avere con voi una copia della denuncia depositata; se di recente avete chiesto il cambio di residenza, in attesa dell’aggiornamento del documento, dovrete avere con voi anche la ricevuta della richiesta presso i servizi anagrafici del nuovo comune.

La carta di circolazione invece è quel documento verde che contiene tutte le caratteristiche del veicolo e riporta anche il numero di targa associato all’auto o alla moto e il numero del telaio. In genere sulla carta di circolazione devono essere riportati anche i nomi del proprietario del veicolo.