Si allarga lo scandalo Dieselgate, quello che ha travolto Volkswagen, che ora potrebbe vedere nel mirino anche BMW, Mercedes e FCA.

Per ora non ci son conferme ufficiali riguardo l’eventuale coinvolgimento di vetture di altri gruppi, ma lo scandalo sulla Volkswagen, rea di aver truccato con un software manipolato le emissioni di Co2 sulle sue vetture a motore diesel, ora parla anche altre lingue.

Perché le autorità di regolamentazioni tedesche, ad oggi, stanno eseguendo test su altri modelli di auto, con l’obiettivo di vedere se ci possono essere emissioni inquinanti “insolite”. Ad annunciarlo è stato il Kraftfahrt-Bundesamt (KBA), l’Istituto tedesco della motorizzazione. Quest’ultimo avrebbe eseguito test su modelli di 23 case automobilistiche tedesche e straniere.

Queste 23 case sarebbero sospettate di manipolazioni in merito alle emissioni di ossidi di azoto: “Dalla fine del mese di settembre, il KBA sta indagando su ulteriori manipolazione delle emissioni, di ossidi di azoto in atto nel mercato”.

La notizia arriva il giorno dopo le dichiarazioni del ministro dei trasporti tedesco, Alexander Dobrint, il quale aveva annunciato che i veicoli a diesel, tedeschi e stranieri, sono sottoposti a controlli rigorosi.

Ecco l’elenco di auto a diesel attualmente sotto test.

BMW: 3 Series, 5 Series
Mini Daimler Mercedes: C-Class, CLS, Sprinter, V-Class, Daimler Smart Fortwo
Fiat Chrysler: Alfa Romeo Guilietta, Panda, Ducato, Jeep Cherokee
Ford: Focus, C-Max
Geely: Volvo V60
GM Opel: Astra, Insignia, Zafira
GM: Chevrolet Cruze
Honda: Honda HR-V
Hyundai: iX35, i20
Jaguar Land Rover: Land Rover Evoque
Mazda: Mazda 6
Mitsubishi: ASX
Nissan: Navara
Peugeot: Peugeot 308
Renault: Dacia, Kadjar
Toyota: Auris
VW: Golf, Beetle, Passat, Touran, Touareg, Golf Sportsvan, Polo, Crafter, Amarok
Audi A6, A3
Porsche Macan