Casey Stoner è finalmente tornato sul podio in Malesia e l’ha fatto dopo una ripartenza un po’ sottotono nell’appuntamento giapponese. Il fatto è che l’australiano si è preso tutto il tempo necessario per recuperare la forma dopo l’infortunio di Indianapolis. Stoner torna sul podio in Malesia ed è accolto con grande giubilo dalla folla di tifosi della Honda. Il campione australiano, che ha annunciato a metà anno di volersi ritirare dal motogp, è giunto ormai all’epilogo della carriera, sempre che si tratti di un addio definitivo.

Per diverse settimane si è pensato che fosse Stoner il principale avversario di Lorenzo. Adesso, invece, si prende atto della potenza di Pedrosa che ha saputo conquistarsi il posto di diretto inseguitore del maillorchino. Fatto sta che Stoner è insoddisfatto della moto, è tornato sul podio e un po’ indispettito ha dichiarato:

“In Giappone non pensavo di essere competitivo ma credevo di poter migliorare qui in Malesia. Sapevo che le ultime quattro gare sarebbero state complicate ma spero di essere ancora più competitivo a Phillip Island. Oggi comunque è arrivato un buon risultato visto quello che è successo e spero che in Australia il tempo sia migliore, allora potremo fare una buona gara. Insoddisfatto della mia moto? Ho detto che è la moto peggiore che ho guidato rispetto ai nuovi pneumatici della Bridgestone, abbiamo avuto problemi col telaio, non mi sento a mio agio. Perché non utilizzare lo stesso telaio di Pedrosa? Con questo ho vinto delle gare a inizio stagione e senza l’infortunio sarei a lottare per il titolo.