Jorge Lorenzo e Valentino Rossi possono essere considerati i protagonisti assoluti della gara di Le Mans. Lorenzo perché ha ribadito ancora una volta di scendere in pista per vincere, Rossi perché finalmente è tornato ad assaporare il podio lanciando un segnale netto a chi lo dava per “finito”. 

Rossi non è assolutamente invecchiato, o almeno così pare se si considera la grinta espressa sul circuito francese. Grande il recupero, stupendo il duello con Stoner negli ultimi giri, aggressivo lo stile di guida che ha saputo tenere sul bagnato con la Ducati.

La prima cosa che ha detto Rossi ai giornalisti è che aveva una grande nostalgia del podio per cui è stato molto felice del suo secondo posto. La Ducati ha qualche possibilità in più sul bagnato e lui non voleva lasciarsela scappare.

Quando è sembrato che Rossi stesse mollando dopo un avvio strepitoso, in realtà, spiega il campione di Tavullia, ha avuto solo problemi con la visiera. Poi ha risolto ed è tornato a spingere.

Arrivare secondo per Rossi è una soddisfazione ma il risultato è soddisfacente anche per tutte le persone che lavorano alla Ducati. Adesso sarà soltanto una questione di competitività: ritrovarla anche sull’asciutto.

Poi l’immancabile commento che lo allontana per carattere dall’avversario di giornata Stoner: Rossi, a combattere e vincere, si diverte!