Il motogp, ormai, è a tre gare dalla conclusione del mondiale ma il discorso iridato sembra ancora aperto, soprattutto dopo aver visto quello che può combinare Pedrosa quando è in giornata. Lo spagnolo della Honda si è aggiudicato il primo posto riducendo a 28 punti lo svantaggio da Lorenzo. 

Il podio di Motegi è formato da Pedrosa, Lorenzo e Bautista. Quest’ultimo, fresco di rinnovo con la Gresini, è riuscito a sottolineare le debolezze di Stoner appena rientrato in pista ma ormai fuori dai giochi iridati.

Pedrosa ai giornalisti dichiara di aver combattuto in un fine settimana molto difficile per lui e per la squadra.

E’ stata una gara difficile, il passo era molto alto. All’inizio ho cercato di capire come si comportava la moto perché in qualifica avevamo avuto molti problemi. Anche in gara ho avuto un po’ di chattering, ma sono riuscito a controllarlo. Alla fine ho tenuto tutto sotto controllo e gestito il distacco. E’ una bella vittoria per me e per la Honda qui in Giappone. Non avevo grandi aspettative. Poi ho visto che la moto non andava male e potevo lottare con Lorenzo, finché sono anche riuscito a passarlo. Allora ho provato subito a spingere per alcuni giri e alla fine è arrivata una bella vittoria.