Nel motogp di Motegi le novità sono tante, anche se mediamente la corsa giapponese non ha riservato momenti di grande tensione. Al primo posto c’è Pedrosa che assottiglia il distacco da Lorenzo nella classifica iridata. Poi Lorenzo e Bautista che salgono sul podio in quest’ordine. 

Abbiamo già riportato le dichiarazioni rese da Pedrosa alla stampa. Lo spagnolo, vincitore sul circuito di casa della squadra, ha spiegato una gara difficile dove alla fine ha ottenuto una bella vittoria.

Ecco invece la dichiarazione di Lorenzo che riconosce nella Honda di Pedrosa, una moto senz’altro più veloce

Sono partito bene, ho provato a scappare, ma non ci sono riuscito e ho visto che più di 4 decimi di vantaggio non ho mai avuto. Dani mi ha passato e ho visto che in rettilineo c’era troppa differenza fra di noi: ho potuto poco. Ci riproverò in Malesia a vincere, ma anche un secondo posto andrebbe bene per il mondiale. Se mi sto trasformando in un ragioniere? No, è solo che Pedrosa e la Honda vanno più forte.

Lorenzo, fino a questo momento, è sempre stato primo o secondo negli appuntamenti stagionali, ma come si sa, un piccolo imprevisto potrebbe frantumare il suo sogno d’imporsi in un mondiale dove il terzo incomodo, Pedrosa, è diventato il suo avversario più temibile.