La Ferrari e la Toro Rosso sono accomunate dal tricolore e dal motore ed entrambe durante le qualificazioni e le prove libere, hanno un po’ deluso.

Vediamo cos’è accaduto ad Alonso, Massa, Vergne e Ricciardo. A Sepang Alonso non è stato sfortunato come in Australia dove in Q2 aveva rimediato un testa-coda, ma non è riuscito ad annientare lo spettro del gap che divide la Rossa dalle migliori del campionato.

La Ferrari, rispetto alla concorrenza, è indietro, indipendentemente dalle gomme usate in pista. Alonso è quasi ad un secondo di distanza dai vari McLaren, Mercedes, Red Bull e Lotus. Massa non trova ancora un’intesa con la sua vettura e finisce dodicesimo sulla griglia di partenza.

Bisognerà aspettare ancora l’appuntamento spagnolo per vedere la seconda versione della Rossa e sperare in un recupero velocissimo da parte di Alonso e Massa. Alonso, comunque, grazie alla “retrocessione” di Raikkonen, è ottavo in griglia.

Delusione nel week-end anche per la Toro Rosso. La scuderia faentina deve accontentarsi di una quindicesima e di una diciottesima posizione. Il ritardo accumulato è nell’ordine dei decimi di secondo e sabato tutti sperano in un recupero in corsa.

Vergne è deluso dagli errori fatti in pista e spera che cambi qualcosa con un po’ di pioggia. Ricciardo invece è deciso ad andare a punti e in 56 giri promette tanto spettacolo.