Il fuoristrada, per definizione, è un veicolo a motore, auto o moto, che ha una struttura tecnica che gli consente di oltrepassare in scioltezza dei terreni in forte pendenza o particolarmente accidentati. In un precedente speciale abbiamo illustrato le particolarità dei SUV che almento esteriormente possono far pensare ai fuoristrada. Abbiamo approfondito le critiche rivolte ai SUV e la questione sicurezza, poi abbiamo accennato alla differenza tra SUV e Crossover fino a presentare qualche modello.

Adesso è arrivato il momento di approfondire la questione fuoristrada, partendo proprio da una serie di specifiche tecniche che aiutano nella definizione delle vetture.

Una particolarità che anche i bambini conoscono è la trazione integrale presente nei fuori strada che aiuta il fuoristrada sui terreni più accidentati, magari innevati o pieni di fango. Visto l’obiettivo di queste vetture, è normale che carrozzeria e telaio sono costruiti per sopportare le sollecitazioni dovute a certi terreni.

C’è una cura particolare anche degli pneumatici che sono più scolpiti rispetto agli altri visto che devono essere perfetti anche quando il fondo è viscido o addirittura tendente al friabile.

Le forti pendenze suggeriscono anche la presenza di un cambio particolare che sostenga quei rapporti utili ad affrontare strade impervie in salita.