Continua la cavalcata del cannibale alsaziano alla Dakar 2016, il nove volte campione del mondo rally, alias Sebastien Loeb, ha dettato legge anche nella quinta tappa della manifestazione, riuscendo a mantenere la testa della classifica generale.

Si tratta del terzo successo per l’ex ginnasta passato alle auto in questa 38esima edizione della maratona nel deserto, una vittoria convincente, maturata ai danni di un altro ex rallista, ovvero Carlos Sainz, che ha già vinto una Dakar.

Il campione spagnolo, padre di Carlos Jr. che corre in Formula 1 con la Toro Rosso, è stato distanziato di 22 secondi da Loeb, mentre al terzo posto si è classificato Stephane Peterhansel, specialista della corsa in questione e più volte vincitore.

Più indietro troviamo Nasser Al-Attiyah, che si è aggiudicato la gara nel 2015 ed è riuscito, seppur a fatica, a seguire la carovana vincente, delle cattivissime Peugeot 2008 DKR. Insomma, una conferma di quanto siano veloci e competitive le vetture del Leone in questa edizione della Dakar.

Infatti, dopo i problemi avuti lo scorso anno, con prestazioni che andavano riducendosi in altura, provocando pericolosi surriscaldamenti del turbo, adesso le 2008 da competizione sono dei veri e propri siluri in confronto alla concorrenza e sembrano destinate ad una vittoria finale già dalle fasi inziali della competizione.

Attualmente infatti, le 3 vetture del Leone gravitano ai primi tre posti della graduatoria generale destinata alle auto, con Leob al primo posto davanti a Peterhansel e a Sainz, rispettivamente staccati di 7’48” e 13’26”. Al quarto posto troviamo Nasser Al-Attiyah con 14 minuti e 16 secondi di ritardo, mentre la prima Toyota è quella di Poulter a più di 18 minuti di distacco. Solamente settimo, al momento, Hirvonen con la sua MINI All4 Racing.

Insomma, un quadro disarmante per gli avversari, che la dice lunga sulle qualità, la preparazione e il dispiegamento di mezzi dello squadrone Peugeot per la Dakar 2016, dove la Casa del Leone vuole ritornare ai fasti delle mitiche 205 T16 e 406 Turbo 16 che hanno trionfato nel deserto.