Non si può certo dire che la Dakar sia una gara noiosa, soprattutto in questa 38esima edizione, dove i colpi di scena sono sempre dietro l’angolo. E infatti, anche la tappa numero 10 ha riservato sorprese agli appassionati della grande classica del deserto, visto che c’è stato l’ennesimo avvicendamento in vetta alla classifica generale tra le auto.

Ma veniamo ai fatti, la cavalcata di Carlos Sainz verso la prima posizione della classifica è stata decisamente appassionante nei giorni scorsi, e il pilota spagnolo sembrava essersi impossessato dello scettro del comando, dopo che Loeb aveva dovuto cederlo a Peterhansel, ma l’incantesimo è durato poco.

Il 2 volte campione mondiale rally, nonché ex vincitore della Dakar, ha dovuto fare i conti con una decima tappa da incubo, dove, oltre alle difficoltà di navigazione, ed alla gomma bucata, si è visto impossibilitato a proseguire senza l’aiuto dell’assistenza per un guasto meccanico.

Così, il ritardo è diventato improvvisamente abissale, e le speranze di una vittoria in quest’edizione si sono praticamente azzerate. Nel frattempo, procedendo con prudenza nei tratti più delicati di questa tappa da 244,7 km che andava da Belen a La Rioja, Peterhansel ha ottenuto il miglio tempo di giornata ed è ritornato a comandare la classifica generale.

Insomma, un’altra 2008 DKR in vetta, e a quanto pare, solitaria, visto che l’inarrestabile Principe Nasser Al-Attiyah si è ribaltato ed ha concluso a 52 minuti di distacco dal francese ed adesso gravita ad 1 ora tonda tonda dal leader della generale.

Quindi, a conti fatti, sembrerebbe che la Peugeot potrebbe vincere facilmente, visto che Loeb e Despres aiuteranno Peterhansel a consolidare la prima posizione fino alla fine, ma è chiaro che alla Dakar non si può mai stare tranquilli, considerando anche l’incidente che ha messo fuori gioco Loeb e l’inconveniente in cui è incappato Sainz.

Quindi, occhio a quanto potrebbe accadere nelle fasi conclusive, visto che Al-Attiyah continua a tallonare la Peugeot 2008 in prima posizione, anche se a debita distanza, ed è pronto ad approfittare della situazione qualora anche Peterhansel avesse dei problemi.