Dakar 2017 day 5 - In seguito alle cattive condizioni meteo, la quinta prova speciale della Dakar è stata ridotta a 292 km cronometrati, rispetto ai 447 km previsti. Nonostante ciò, la speciale ha riservato numerose difficoltà, soprattutto a livello di navigazione. Infatti, ad un certo punto del percorso, la maggior parte dei concorrenti si è persa.

Quinto equipaggio a prendere il via alla speciale, la coppia Loeb/Elena si è dimostrata subito la più veloce. In testa in tutti i waypoint, è la prima a vincere due tappe in questa Dakar. Grazie a questa prestazione, l’equipaggio franco-monegasco fa un bel balzo in avanti in classifica generale, passando dal quarto al secondo posto: “C’erano molte difficoltà a livello di navigazione – ha detto Loeb -. Abbiamo iniziato benissimo la speciale. Nell’ultimo terzo di gara, come gli altri concorrenti, ci siamo persi e abbiamo annullato gran parte del vantaggio che avevamo accumulato. La Peugeot 3008 DKR ha funzionato benissimo in tutto il percorso”.

La coppia Peterhansel/Cottret, classificatasi terza nella speciale, è ora al comando della classifica generale con un vantaggio di 1 minuto e 9 secondi: “La navigazione è stata complicata e pare che tutti si siano persi – ha spiegato Monsieur Dakar -. Dunque i nostri errori non ci hanno fatto perdere molto tempo. Siamo solo al quinto giorno della corsa, e ci sono già stati quattro diversi leader, ogni volta con un divario ridotto dagli altri. In questa fase della corsa, essere in testa alla Dakar è meramente simbolico, non significa nulla”.

A smarrire la bussola anche l’equipaggio Despres/Castera, che ha perso una decina di minuti nelle trappole di navigazione del percorso. Il francese perde il primato ma non la fiducia: “Avevamo un buon ritmo sulle piste tipo WRC. Non male per un pilota di moto. Dopo un po’ abbiamo avuto qualche problema a livello di navigazione. Non abbiamo trovato la rotta 70. Siamo ripartiti contemporaneamente a Stéphane e abbiamo perso qualche minuto ed il primo posto in classifica della Dakar 2017. Non è molto grave”.

Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport, sorride ma tiene alta la guardia: “La buona notizia è che le nostre tre vetture sono sempre in gara e ben classificate. Hanno perso un po’ di tempo a trovare la strada, ma meno degli altri concorrenti. Si sono aperti dei divari importanti, anche se Nani Roma rimane molto vicino in classifica generale. Questa Dakar è così atipica nel suo svolgimento che la prossima volta potrebbe toccare a noi perdere molto tempo”.

Dakar 2017 day 5, classifica tappa
1. LOEB Sébastien (FRA) / ELENA Daniel (MON), PEUGEOT 3008DKR, 2 h 24 min 03 sec
2. ROMA Nani (ESP) / HARO Bravo (ESP), Toyota Hi-Lux, + 00 min 44 sec
3. PETERHANSEL Stéphane (FRA) / COTTRET J-P. (FRA), PEUGEOT 3008DKR , + 01 min 31 sec
4. DESPRES Cyril (FRA) / David CASTERA (FRA), PEUGEOT 3008DKR, + 10 min 33 sec
5. DUMAS Romain (FRA) / GUEHENNEC Alain (FRA), PEUGEOT 3008DKR, + 11 min 55 sec

TIPO DI TERRENO: altitudine elevata, piste tipo WRC all’inizio.
CONDIZIONI DI GUIDA: pioggia all’inizio e poi condizioni di asciutto
DATI METEO: pioggia all’inizio. Temperatura tra 5° e 21°C
VELOCITA’ MEDIA: 87 km/h
VELOCITA’ MASSIMA: 183,4 km/h

Dakar 2017 day 5, classifica generale provvisoria
1. PETERHANSEL Stéphane (FRA) / COTTRET J-P. (FRA), PEUGEOT 3008DKR , 14 h 02 min 58sec
2. LOEB Sébastien (FRA) / ELENA Daniel (MON), PEUGEOT 3008DKR, + 01 min 09 sec
3. DESPRES Cyril (FR) / David CASTERA (FRA), PEUGEOT 3008DKR, + 04 min 54 sec
4. ROMA Nani (ESP) / HARO Bravo (ESP), Toyota Hi-Lux, + 05 min 35 sec
5. HIRVONEN Mikko (FIN) / PERIN Michel (FRA), Mini, + 42 min 21 sec