Dakar 2017 day 4 - Cyril Despres e David Castera, che si erano attardati nella terza tappa, trovano il ritmo giusto nella quarta speciale a livello di guida e di navigazione. I due ex motociclisti hanno preso il comando della speciale sin dal waypoint numero 3 e non lo hanno più lasciato fino all’arrivo a Tupiza, in Bolivia.

Cyril Despres arricchisce dunque il suo albo d’oro della Dakar, aggiungendo alle 33 prove speciali vinte in moto il primo successo di tappa in auto che vale anche il primo posto in classifica generale, con oltre 4 minuti di vantaggio su Stéphane Peterhansel: “Le prime parti della speciale erano complicate, con molta vegetazione e tracce difficilmente visibili - ha detto Despres -. David ha fatto un ottimo lavoro, non ha commesso nessun errore. Per la maggior parte della giornata siamo rimasti dietro a Carlos, il che ci ha permesso di avere un buon ritmo. Siamo contentissimi. Questa vittoria ha un sapore particolare dopo due anni e mezzo passati a imparare il mestiere di pilota di auto”.

Vincitori della tappa 3, sfortunatamente Monsieur Dakar e Cottret si sono scontrati con le difficoltà di navigazione di questa tappa 4. Nel correggere una piccola deviazione dalla rotta, l’equipaggio è rimasto bloccato in un corso d’acqua ed ha dovuto cambiare una ruota danneggiata: “Questo piccolo errore di navigazione ci ha fatto perdere molto tempo - ha ammesso Peterhansel -. La gara non è ancora finita, rimangono molti chilometri da percorrere. Certo, non siamo in testa alla Dakar, ma non siamo nemmeno lontani”.

La volontà degli organizzatori di rendere più difficile la navigazione emerge in modo netto: oltre a questo l’equipaggio Sebastian Loeb e Dani Elena, leader della prova all’inizio della giornata, ha avuto dei problemi tecnici a causa di un calo di potenza che li ha penalizzati nelle dune tra i waypoint 1 e 2. Dopo due soste consecutive e un intervento dell’equipaggio sul motore, la Peugeot 3008 DKR #309 è riuscita a concludere la tappa con il 5° miglior tempo, nonostante la mezz’ora persa, e piazzandosi al quarto posto in classifica generale, a 22 minuti circa dai leader: “In totale siamo rimasti fermi mezz’ora nella speciale. Daniel se l’è cavata bene nella prima parte della navigazione, ma improvvisamente la macchina non andava più avanti. Ho fatto dei reset, ripartiva ma poi si fermava di nuovo. Abbiamo sollevato il cofano posteriore, fatto vari tentativi e alla fine un colpo di olio sbloccante ha permesso alla vettura di ripartire. Ovviamente sono deluso da questi inconvenienti, ma alla fine, sono contento di essere arrivato”.

E’ arrivato al traguardo anche Carlos Sainz che ha cappottato a 5 km dal traguardo: l’equipaggio, sano e salvo, ha potuto concludere la speciale e raggiungere il bivacco ma poco dopo è stato costretto a ritirarsi dalla Dakar 2017.

Dakar 2017 day 4, classifica di tappa
1. DESPRES Cyril (FR) / David CASTERA (FR), PEUGEOT 3008DKR, 04 h 22 min 55 sec
2. HIRVONEN Mikko (FIN) / PERIN Michel (FR), MINI, + 10 min 51 sec
3. ROMA Nani (SP) / HARO BRAVO Alex (SP), TOYOTA, + 12 min 51 sec
4. PETERHANSEL Stéphane (FR) / COTTRET J-P. (FR), PEUGEOT 3008DKR, + 15 min 15 sec
5. LOEB Sébastien (FR) / ELENA Daniel (MON), PEUGEOT 3008DKR, + 22 min 13 sec

TIPO DI TERRENO: altitudine media di 3.500 m con superamento di dune e numerosi cambi di direzione.
CONDIZIONI DI GUIDA: sfide a livello di navigazione
TEMPERATURA: tra 24 e 28°C
VELOCITA’ MEDIA: 113 km/h
VELOCITA’ MASSIMA: 186 km/h

Dakar 2017 day 4, classifica generale provvisoria
1. DESPRES Cyril (FR) / David CASTERA (FR), PEUGEOT 3008DKR, 11 h 33 min 16 sec
2. PETERHANSEL Stéphane (FR) / COTTRET J-P. (FR), PEUGEOT 3008DKR , + 04 min 08 sec
3. HIRVONEN Mikko (FIN) / PERIN Michel (FR), Mini, + 05 min 04 sec
4. LOEB Sébastien (FRA) / ELENA Daniel (MON), PEUGEOT 3008DKR, + 06 min 48 sec
5. ROMA Nani (ESP) / HARO BRACO Alex (ESP), Toyota Hi-Lux, + 10 min 30 sec