Il Team Peugeot Total ha affrontato con prudenza la prima tappa della Dakar 2017, in cui c’era più da perdere che da guadagnare, piazzando i suoi quattro equipaggi nella Top 12.

La prima tappa comprendeva un breve tratto in cui solo 39 chilometri erano cronometrati. Dopo questa sezione disputata su una pista stretta, le quattro Peugeot 3008 DKR, come tutti i concorrenti, hanno lasciato il Paraguay per dirigersi a sud verso l’Argentina e, più esattamente, a Resistencia, in cui c’è il primo vero bivacco di questo rally. L’incursione della Dakar in Paraguay (il trentesimo paese ad ospitare questa corsa) è stata breve, ma molto intensa. Infatti, tutti gli equipaggi del Team Peugeot Total hanno sottolineato il carattere insidioso di questi primi chilometri che contano per la classifica e l’essenziale per il Dream Team francese era non avere problemi.

Carlos Sainz, quarto al traguardo, ha commentato: “Questa prima speciale è andata bene. Non ho avuto particolari problemi. Il tracciato non era facile. Alcuni tratti erano molto stretti, altri erano molto sconnessi”. Meno soddisfatto Sébastien Loeb, sesto: “L’ho trovata una speciale complicata. Non era molto il mio stile di speciale, il tipo di terreno che si addice alla vettura. Era abbastanza veloce, molto accidentato, con insidie e molti solchi di drenaggio. Ho guidato senza correre rischi. Una prima tappa prudente”.

Cyril Despres, ottavo, guarda alle prossime tappe: “Sin dai primi tratti della speciale, per i primi tre chilometri, si rischiava di perdere molto tempo. Le piste erano piene di curve nelle parti strette, erose dall’acqua. La cosa principale era non rimanere intrappolati. La lettura del terreno delle prossime tappe si preannuncia difficile, alla luce del meteo di questi ultimi giorni”. Ancora in cerca del ritmo giusto Monsieur Dakar Stéphane Peterhansel: “Ho guidato con molta prudenza. Non corro da circa sei mesi. Ritrovare il ritmo non è facile. Non mi sono sentito del tutto a mio agio e quindi ho preso molto margine di sicurezza. Troppo forse. Devo essere un po’ più aggressivo. Fare da apripista sulle tracce segnate dai quad non mi ha aiutato, ma non è grave. Il distacco dagli altri non è elevata e l’importante è che la vettura funzioni bene”.

Come stabilito dal regolamento, la classifica di questa prima speciale della Dakar 2017 ha determinato l’ordine di partenza della tappa di oggi, 3 gennaio. Le Peugeot 3008 DKR prendono quindi il via al 4°, 6°, 8° e 12° posto. La seconda tappa sarà lunga 803 km (di cui 275 cronometrati) e collegherà Resistencia a San Miguel de Tucumàn.

Dakar 2017 day 1, classifica provvisoria
1. AL ATTIYAH Nasser (QAT) / BAUMEL Matthieu (FRA), Toyota Hi-Lux, 25 min 41 sec
2. PONS Xavier (ESP) / GARCIA Ruben (ESP), Ford, + 00 min 24 sec
3. ROMA Joan (ESP) / HARO Alex (ESP), Toyota Hi-Lux, +00 min 29 sec
4. SAINZ Carlos (ESP) /CRUZ Lucas (ESP), PEUGEOT 3008DKR, + 00 min 33 sec
5. DE VILLIERS Giniel (ZAF) / VON ZITZEWITZ Dirk (ZAF), Toyota Hi-Lux, +00 min 41 sec
6. LOEB Sébastien (FRA) / ELENA Daniel (MC), PEUGEOT 3008DKR, + 00 min 55 sec
8. DESPRES Cyril (FR) / David CASTERA (FRA), PEUGEOT 3008DKR, +01 min 14 sec
12. PETERHANSEL Stéphane (FRA) / COTTRET J-P. (FRA), PEUGEOT 3008DKR, +01 min 34 sec

TIPO DI TERRENO: piste strette e insidiose, attraversamenti di guadi
DATI METEO : tempo asciutto e caldo (34°)
VELOCITA’ MEDIA: 100 km/h
VELOCITA’ MASSIMA: 180 km/h