La Dakar 2017 perde un assoluto protagonista: Carlos Sainz. Il pilota spagnolo della Peugeot 3008 DKR è stato costretto al ritiro dopo essere capottato a cinque chilometri dall’arrivo della quarta tappa, da San Salvador de Jujuy a Tupiza, mentre era virtualmente in vetta alla classifica generale della gara.

Un incidente da brivido quello del due volte campione del mondo di rally ma fortunatamente senza conseguenze. Il driver madrileno stava percorrendo una curva verso destra in controsterzo e a causa dell’elevata velocità la sua vettura si è sbilanciata e ha iniziato a cappottarsi sfiorando letteralmente due appassionati situati sul ciglio della strada. L’auto si è ribaltata tre volte fino a rimanere appoggiata sul tettuccio.

Gli spettatori hanno aiutato Sainz e Cruz ad uscire dalla macchina ma pilota e navigatore non hanno fortunatamente riportato gravi conseguenze fisiche. L’equipaggio è riuscito addirittura a risalire in macchina e a raggiungere il bivacco pur perdendo due ore dal leader di tappa Cyril Despres.

Da una valutazione degli interventi meccanici indispensabili per rimettere la vettura in condizioni di riprendere la gara, è emerso che la quantità di lavori necessari non poteva essere effettuata nei tempi consentiti. La 3008DKR #304 è stata dunque costretta al ritiro quando era seconda in classifica generale e assaporava già il primato: “Ovviamente sono profondamente deluso per questo ritiro - ha detto Sainz -. Avevamo un ottimo ritmo, sin dall’inizio del rally al volante della Peugeot 3008 DKR che rappresenta un grosso passo avanti rispetto alla vettura dell’anno scorso. Mi dispiace molto non potere concretizzare di più il potenziale della vettura”.

Qui il video dell’incredibile incidente di Carlos Sainz alla Dakar 2017.