A causa del forte caldo alla Dakar 2016, che ha messo a dura prova soprattutto i motociclisti (47°C), questa prova speciale disputata in gran parte su terreno sabbioso è stata interrotta al CP2, dopo 179 chilometri dei 285 previsti. Tutti i concorrenti hanno avuto numerosi problemi. E’ il caso di Carlos Sainz e del navigatore Lucas Cruz, vittime di tre forature lente e di due insabbiamenti.

Giunto con oltre 4 minuti di ritardo al posto di controllo 3, l’equipaggio spagnolo con la Peugeot 2008 DKR riesce a vincere comunque la speciale e conquista la leadership della classifica generale per la prima volta in questo rally: “E’ stata una speciale difficilissima – ha detto Sainz -. C’erano molti tratti fuori pista su un terreno molle e ricco di vegetazione. Ci siamo dovuti fermare due volte perché ci siamo insabbiati. Non so esattamente perché hanno accorciato la speciale, anche se è vero che ci ha messo a dura prova perché faceva molto caldo. Abbiamo avuto tre lente forature ma non ci siamo dovuti fermare per cambiare le gomme. Sono soddisfatto di essere in testa, ma domani sarà difficile aprire la strada della speciale di Fiambala”.

Al comando questa mattina, la coppia formata da Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret ha subito due forature e due insabbiamenti, che le sono costati più di 11 minuti. L’equipaggio numero 302 è ora secondo in classifica generale: “Abbiamo avuto molti problemi – ha spiegato Peterhansel -. Ho ridotto la velocità avvicinandomi a una buca e sono rimasto bloccato. Inoltre, alla fine della speciale, tenuto conto della vegetazione che aveva intasato il radiatore, abbiamo dovuto ridurre la velocità per evitare che il motore si surriscaldasse. Dunque abbiamo perso molto tempo. Domani la speciale di Fiambala potrebbe essere decisiva per il seguito del rally”.

Anche se hanno perso tempo per aiutare il compagno Peterhansel, Cyril Despres e David Castera hanno realizzato una prestazione straordinaria, conclusasi con il sesto tempo: “La tappa si è svolta bene per noi – ha ammesso Despres -. Siamo rimasti concentrati senza insabbiarci. Avevamo il ritmo in una tappa difficile dal punto di vista fisico. Abbiamo visto una vettura ferma. Era quella di Stéphane. Quando si ha la fortuna di fare parte del Team Peugeot Total, si ha il dovere di aiutare i compagni di squadra per far sì che perdano meno tempo possibile. Abbiamo dato loro una ruota di scorta. Senza questa sosta, oggi potevamo virtualmente aspirare alla vittoria della tappa”.

Seconda giornata difficile per Sebastien Loeb e Dani Elena. Dopo essersi insabbiato quattro volte, l’equipaggio franco/monegasco ha dovuto cambiare la trasmissione a 30 chilometri dal traguardo perdendo 1 ora e 13 minuti dalla vetta: “Sapevamo bene che queste prime giornate della seconda settimana sarebbero state molto complicate - ha detto Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport -. Tuttavia, abbiamo ancora due vetture davanti, anche se Stéphane ha perso tempo prezioso. Nasser rimane a poco più di 14 minuti e il nostro obiettivo rimane lo stesso: portare le quattro vetture a Rosario. Tutti i nostri piloti sono al servizio del marchio. Lo sanno. Ora, tenuto conto del lieve vantaggio che abbiamo su Nasser Al Attiyah, è davvero prematuro dare indicazioni alla squadra: gli eventi di questi ultimi due giorni lo dimostrano”.

Dakar 2016 tappa 9, classifica (Belén-Belén)
1. Carlos Sainz (ESP)/Lucas Cruz (ESP), PEUGEOT 2008 DKR, 2h35min31s
2. Erik Van Loon (NLD)/Wouter Rosegaar (NLD), Mini All 4 Racing, +10s
3. Mikko Hirvonen (FIN)/Michel Perin (FRA), Mini All 4 Racing, +17s
4. Giniel De Villiers (ZAF)/Dirk Von Zitzewitz (DEU), Toyota Hilux, +38s
5. Nasser Al-Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Mini All 4 Racing, +2min04s
6. Cyril Despres (FRA)/David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +6min46s
7. Stéphane Peterhansel (FRA)/Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +9min12s
22. Sébastien Loeb (FRA)/Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +1h13min47s

Dakar 2016 tappa 9, classifica generale
1. Carlos Sainz (ESP)/Lucas Cruz (ESP), PEUGEOT 2008 DKR, 28h39min24s
2. Stéphane Peterhansel (FRA)/Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +7min03s
3. Nasser Al-Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Mini All 4 Racing, +14min38s
4. Mikko Hirvonen (FIN)/Michel Perin (FRA), Mini All 4 Racing, +34min50s
5. Giniel De Villiers (ZAF)/Dirk Von Zitzewitz (DEU), Toyota Hilux, +53min18s
10. Cyril Despres (FRA)/David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +1h51min30s
13. Sébastien Loeb (FRA)/Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +2h16min54s