La Peugeot 2008 DKR ha ottenuto la sua prima vittoria di tappa nella Dakar 2016 e la sua prima doppietta con la coppia formata da Sébastien Loeb e Daniel Elena, che ha preceduto di 2’23″ l’altra coppia Stéphane Peterhansel-Jean-Paul Cottret: “Era una tappa insidiosa e sono contento di averla superata bene – ha detto Loeb -. Sono un po’ sorpreso di avere ottenuto il miglior tempo della giornata. Abbiamo avuto qualche problema in un pantano in cui alcuni sono rimasti intrappolati. La 2008DKR è a suo agio anche su queste piste sinuose. Domani sarà la prima prova su strada e sarà tutta un’altra storia ma io e Daniel siamo qui per imparare”.

Peterhansel potrà invece sfruttare un consistente vantaggio di posizione nella prossima tappa: “Avevo l’impressione di non riuscire ad essere efficace e di scivolare molto. Nella vettura ero abbastanza frustrato e dunque sono un po’ sorpreso di avere fatto segnare il secondo tempo. Cyril non è lontano da noi ed è un buon segno per il debutto. Quanto alla prestazione di Séb, non ci sorprende. Oggi abbiamo corso sul tipo di terreno che lui ha affrontato per molti anni”.

Cyril Despres e David Castera, rimasti a lungo a soli 5 secondi di distanza da Peterhansel, hanno fatto registrare una bella prestazione e sono finiti settimi, a 4 minuti da Loeb: “Abbiamo corso un’ottima tappa – ha detto Despres -. La 2008 DKR ha fatto molti progressi. Il piacere che abbiamo provato a guidare oggi senza correre dei rischi è una grande soddisfazione. Non ho attaccato molto a fondo. Volevo sapere se avevo fatto progressi e il bilancio della giornata è molto positivo”.

Unico intoppo di giornata quello di Carlos Sainz. Durante una frenata a fondo al km 112, il motore della vettura del pilota spagnolo e di Lucas Cruz si è spento e i due non sono riusciti a rimetterlo subito in moto: “E’ stata una giornata difficile. All’inizio della speciale andavamo benissimo ma all’improvviso la vettura si è fermata. Abbiamo cercato più volte di rimetterla in moto. Abbiamo controllato tutto. Penso che abbiamo perso dai 13 ai 14 minuti. Siamo ripartiti un minuto dietro a Roma. Abbiamo attaccato e superato vari concorrenti. E’ un peccato per noi avere perso questo tempo ma sono contento di constatare che la vettura è stata competitiva in una speciale che non era particolarmente favorevole a una due ruote motrici”.

Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport, non nasconde la sua soddisfazione: “E’ un buon risultato. Le nostre vetture hanno dimostrato di essere prestazionali. E’ una soddisfazione, ma dobbiamo rimanere umili e concentrati, perché ci siamo anche mostrati vulnerabili con il problema avuto da Carlos. E’ anche quello che siamo venuti a scoprire qui. Siamo consci che questo non sarà l’unico inconveniente che avrà la vettura. E’ la prima vittoria nella Dakar per la Peugeot 2008 DKR, accompagnata da una doppietta. I nostri quattro equipaggi sono tutti pronti a lottare”.