Non poteva esserci inizio migliore della Dakar 2016 per Sébastien Loeb. Dopo il successo nella seconda tappa, la leggenda francese del rally e il suo fedele navigatore Daniel Elena si sono imposti di nuovo con la Peugeot 2008 DKR n°314 nella terza frazione da Termas Rio Hondo a Jujuy. Un risultato ancora più significativo perché l’equipaggio apriva la strada per la prima volta: “Questa speciale ci è piaciuta molto - ha affermato Loeb -. Avevo la sensazione che i tempi fossero molto ravvicinati e quindi ho spinto a fondo. Per ora va tutto bene e mi piace la Dakar. Abbiamo avuto due giornate favorevoli. La vettura si comporta benissimo ed è molto prestazionale. Per ora, ho un buon feeling su questo tipo di piste, ma sarà diverso quando dovremo affrontare altri terreni con delle speciali lunghe, con un forte caldo. Un’esperienza che non conosco ancora. Vedremo come andrà!”. 

Il chilometraggio della terza prova speciale è stato ridotto da 314 a 190 km perché la pista era troppo danneggiata nel primo tratto, a causa delle avverse condizioni meteo. Dopo le disavventure della seconda tappa, l’equipaggio  Carlos Sainz/Lucas Cruz ha attaccato a fondo rimontando dalla 14esima posizione in partenza fino al secondo posto al traguardo, a 1’23″. Per il Team Peugeot Total è la seconda doppietta consecutiva: “Abbiamo realizzato anche oggi una bella prestazione, anche se è stata di nuovo una giornata difficile - ha detto Sainz -. All’inizio della speciale c’è stato un temporale e poi abbiamo dovuto guidare nel fango per circa 60 km. Quando la pista si è finalmente asciugata, mi sono ritrovato nella polvere di Yazeed Al Rajhi. Infine sono riuscito a superarlo, ma c’è stato un altro forte temporale alla fine del percorso”.

Le quattro Peugeot 2008 DKR sono nella Top 10 in questa tappa, con Stéphane Peterhansel/Jean-Paul Cottret al sesto posto e Cyril Despres/David Castera al decimo. Ironia della sorte, hanno le stesse posizioni in classifica generale comandata sempre da Loeb ed Elena con un vantaggio di oltre 5 minuti su Giniel De Villiers e Dirk Von Zitzewitz (Toyota Hilux). I meccanici stanno preparando le quattro Peugeot 2008 DKR per la tappa maratona. Alla fine del percorso Jujuy-Jujuy, le vetture andranno direttamente al parco chiuso e non sarà più possibile effettuare alcun intervento da parte dei tecnici o dagli equipaggi. Sarà una dura prova per la meccanica delle vetture.

Dakar 2016, la classifica generale
1. Sébastien Loeb (FRA)/Daniel Elena (MC), Peugeot 2008 DKR, in 6h01min42s
2. Giniel De Villiers (ZAF)/Dirk Von Zitzewitz (DEU), Toyota Hilux, a 5min03s
3. Stéphane Peterhansel (FRA)/Jean-Paul Cottret (FRA), Peugeot 2008 DKR, a 5min15s
4. Mikko Hirvonen (FIN)/Michel Perin (FRA), Mini All 4 Racing, a 5min52s
5. Nasser Al-Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Mini All 4 Racing, a 6 min39s
9. Cyril Despres (FRA)/David Castera (FRA), Peugeot  2008 DKR, a 10min47s
10. Carlos Sainz (ESP)/Lucas Cruz (ESP), Peugeot 2008 DKR, a 12min20s