Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret hanno vinto la Dakar 2016 con la Peugeot 2008 DKR è la vincitrice della Dakar 2016. La vittoria del Team Peugeot Total, ma anche di un grande pilota, già 6 volte vincitore con le moto, che ha colto il 12esimo sccesso alla Dakar, confermando la sua fama di “Monsieur Dakar”: E’ una soddisfazione enorme – ha affermato il vincitore Stéphane Peterhansel -. Prima della partenza, un simile risultato era lungi dall’essere garantito. Avevo la sensazione che la squadra fosse ancora un po’ giovane ma tutto è andato benissimo. Abbiamo avuto la bella sorpresa di avere una vettura competitiva nelle speciali tipo WRC. Ho cercato di mantenere il contatto con Carlos e Seb in quei momenti, perché sapevo che erano più veloci. Abbiamo fatto una corsa pulita, con una giornata di forte attacco, e ci siamo ritrovati in testa con un vantaggio molto comodo da gestire: 50 minuti a tre giorni dalla fine. Dopo, abbiamo messo in atto una gestione intelligente. Ho sognato tanto di poter correre per Peugeot quando disputavo le mie prime Dakar in moto, e far parte di questa squadra e farla vincere è per me una superba soddisfazione”. 

Gioia anche per il navigatore Jean-Paul Cottret: “Siamo felicissimi di avere portato questa Peugeot 2008 DKR sul podio! E’ un premio per tutta la squadra che ha lavorato molto per due anni. Dopo un anno di apprendimento, la vittoria era a portata di mano. E’ un bel successo e desidero ringraziare tantissimo tutta la squadra”. 

Ottima anche la prova di Cyril Despres, settimo alla sua seconda Dakar in auto: “Traggo un bilancio positivo da questa seconda partecipazione in auto. E’ sempre piacevole arrivare al traguardo della Dakar. Abbiamo disputato alcune tappe bellissime. Con David, cominciamo ad essere ben in sintonia insieme. Abbiamo individuato alcuni errori che non dovremmo fare più e ho constatato che possiamo seguire il ritmo dei primi durante alcune speciali. Avere tre Peugeot 2008 DKR nella Top 10 è una bella soddisfazione per tutto il team”. 

Non è stato da meno Sebastien Loeb, al suo primo rally raid sudamericano: “Sono contento di essere arrivato al traguardo. Ci sono cose positive e negative ma, nel complesso, abbiamo avuto un buon livello di prestazioni. Abbiamo fatto alcuni errori nelle tappe in cui eravamo meno a nostro agio perché non avevamo esperienza. Altrimenti, in termini di prestazioni pure, eravamo a livello degli altri. Ci siamo divertiti, tranne qualche giornata che è stata davvero infernale”. 

Non è arrivato al traguardo ma anche Carlos Sainz ha contribuito alla vittoria della squadra: “Desidero complimentarmi con tutta la squadra e soprattutto con Stéphane e Jean Paul. Tutti abbiamo lavorato sodo per sviluppare la Peugeot 2008 DKR e sono molto fiero di avere contribuito a questo lavoro di squadra. Ottenere questo risultato dopo soli due anni è assolutamente straordinario. E’ una sfida appassionante”. 

Il successo è anche e soprattutto di Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport: “Il bilancio supera le nostre aspettative, perché siamo venuti qui per mostrare le prestazioni della vettura. Abbiamo corso benissimo durante tutto il rally in tutti i tipi di condizioni. Questo è il segno che abbiamo vinto la scommessa tecnica che avevamo fatto. Abbiamo avuto qualche piccolo problema tecnico, il che ci fa pensare che la nostra  Peugeot 2008 DKR abbia ancora un margine di progresso da sfruttare. Siamo contentissimi di questo risultato e speriamo di poterlo confermare l’anno prossimo ottenendo – perché no? – una tripletta!”.